Il mese di Maggio 2018 chiude con un surplus pluviometrico ma anche di temperatura…

L’ultimo mese primaverile del 2018 ha concluso con un surplus pluviometrico notevole; Maggio però risulta essere il 13’esimo più caldo dal 1800, con uno scarto dalla temperatura media di 1.76°C (secondo i dati del CNR)

Nella recente analisi del CNR il mese di Maggio (a livello nazionale) ha registrato molte più piogge rispetto alla norma (specie sul centro-sud Italia) dove il surplus pluviometrico ha raggiunto valori fino al 300%! L’ultimo mese primaverile si piazza nella classifica come 20esimo Maggio più piovoso dal 19esimo secolo, con un 63% in più di precipitazioni. Nel particolare abbiamo avuto un riscontro evidente sulle zone interne del Lazio (Tuscia Viterbese, Sabina, Reatino, Simbruini ed Ernici) con accumuli mensili che hanno raggiunto picchi di 250/260mm, come si può evincere dalla foto elaborata da ARSIAL.

Gli accumuli mensili per il mese di Maggio - ARSIAL
Gli accumuli mensili per il mese di Maggio – ARSIAL

Da un punto di vista termico Maggio è risultato mediamente più caldo, finendo al 13′ posto dei più caldi dal 1800, con anomalie di temperatura media tra 1°C e 3°C sul centro Italia. Ecco l’elaborazione grafica a cura del CNR.

Anomalie di temperatura media del mese di Maggio 2018
Anomalie di temperatura media del mese di Maggio 2018

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università Roma Tre. Ha fondato Meteo Lazio a Novembre del 2014, come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi, nonché freddofilo ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016 ed è membro dell'Associazione Bernacca Onlus. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.