Fiammata africana in arrivo, inizio settimana di fuoco

I flussi balcanici fin ora determinanti nella genesi di temporali termoconvettivi degli ultimi giorni, molleranno un po’ la presa in favore di un rinforzo dell’anticiclone africano. Possibili punte fino a 40°C nelle vallate interne.

Fin ora l’estate ha fatto la voce grossa solamente in alcune zone di Europa, in particolare nella Mitteleuropa e nei paesi scandinavi, dove si sono raggiunti e superati diversi record di caldo. In Italia e in particolare nel Lazio, siamo sempre rimasti un po’ ai margini del gran caldo, con i flussi balcanici responsabili della genesi dei temporali pomeridiani spesso anche molto intensi.

Nei prossimi giorni questi flussi instabili da est molleranno un po’ la presa in favore di un rinforzo dell’anticiclone africano.  Nulla di eccezionale rispetto a quello che abbiamo già visto gli anni passati, ma certamente questa per ora è la fiammata più calda dell’estate, almeno in previsione.

L’anticiclone probabilmente ci terrà compagnia tutta la settimana, raggiungendo il suo picco nelle giornate di martedì e mercoledì quando la colonnina di mercurio nelle vallate interne del Lazio può raggiungere e superare i 40°C, mentre a Roma la temperatura si attesterà sui 36/37°C. Anche la notte farà molto caldo e la temperatura faticherà a scendere sotto i 24°C nella Capitale.

Tutto questo a causa prima di una depressione atlantica che stazionerà poco a sud dell’Islanda e dopo, verso fine settimana, di un cavetto atlantico che affonderà al largo delle coste portoghesi. Entrambe le situazioni, vedono come conseguenza un’ondata di caldo investire il Mediterraneo.

Al momento non vogliamo spingerci oltre, avendo già raggiunto in quest’articolo un range temporale abbastanza ampio, ricordiamo che più si va avanti con i giorni e più le previsioni e le tendenze in generale perdono di affidabilità. L’unica cosa che si può constatare oggettivamente dalle carte per quel che riguarda il breve-medio termine è che non si vedono all’orizzonte break estivi o comunque un cedimento da parte dell’anticiclone per riportare quantomeno le temperature nella media del periodo.

Sotto riportiamo la configurazione barica che ci terrà compagnia praticamente per tutta la prossima settimana, con caldo sopramedia e in particolare riferita alla giornata di mercoledì. C’è da dire da un lato che se noi non ce la passeremo granché bene, gli spagnoli e forse i francesi se la passeranno decisamente peggio, dato che il cuore del promontorio africano si troverà proprio da quelle parti. Come si suol dire, mal comune mezzo gaudio (e non se la prenda a male nessuno).

Configurazione barica attesa mercoledì 1 agosto ore 14.

Salvatore Russo

Classe 1998, si è appassionato alla Meteorologia formalmente dalla nevicata del febbraio 2012, ma da sempre affascinato dai fenomeni atmosferici più estremi quali, ad esempio, i temporali. Studia Ingegneria Civile all’Università di Roma Tre e in passato è stato amministratore di alcune pagine e gruppi meteo riguardanti il Lazio (Per tutti quelli che vogliono la neve a Roma, Neve a Roma). Ha sempre studiato la materia da auto-didatta attraverso internet e libri.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.