Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Argomenti riguardanti la Meteorologia in generale, analisi dei modelli matematici e previsioni.
Avatar utente
knopflertemporalesco
Tempesta
Messaggi: 1679
Iscritto il: venerdì 16 febbraio 2018, 19:10
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage 3000000000
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 104
Mi piace ricevuti: 87

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da knopflertemporalesco » sabato 29 dicembre 2018, 17:34

ECMWF stamattina stupende, ma ancora non ci siamo con le precipitazioni. GFS 12z vede un leggero ovest shift, gem leggero est shift, ukmo vede la ripartenza del vps 1 44 ore, dettagli che andranno visionati nei prossimi aggiornamenti
Ho voglia di salsicce co le patate al forno e le patate al forno

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » sabato 29 dicembre 2018, 22:39

In situazioni come quella che si prospetta per il 3-5 gennaio, l'unico appiglio possibile è che lungo il bordo occidentale della saccatura in affondo al Sud e sui Balcani, possano ''scorrere'' dei cavetti modesti in grado successivamente di azionare lo scorrimento di aria più umida e instabile anche sulle regioni tirreniche.

Si tratta, almeno in questo caso, di possibilità piuttosto remote. Ma stando ancora a 120-140 ore, un piccolo arretramento del blocco potrebbe aumentarle e non poco.

In tal senso (a scopo illustrativo)... Ens Gem

:ciao:

Immagine

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » domenica 30 dicembre 2018, 14:34

Buongiorno,

Aggiornamenti non proprio positivi dalla stratosfera dove il tentativo di split atteso per fine prima decade sembra esser sopravanzato da una nuova ripartenza zonale, seppur con trasporto di calore verso la stratosfera ancora evidente dagli ultimi pannelli.

192

Immagine

240

Immagine

E' pur vero che disturbi a carico di una singola onda (la cui forzante agisce molto verso il Canada e non direttamente al Polo) non portano mai eventi di tipo Split come lo scorso anno, ma comunque con risonanza nei piani più bassi di ondulazioni del getto piuttosto frequenti.. il che lascerebbe comunque aperta la porta ad un gennaio movimentato anche dalle nostre parti. :yes:

Per il momento, comunque, è ancora evidente il decoupling con quanto avviene in alta strato.. ancor di più rispetto a quanto mostrato invece ieri.
Questo, sia per il centro europeo che quello americano.

Immagine

Immagine

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2095
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 494
Mi piace ricevuti: 207
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da sheldon » lunedì 31 dicembre 2018, 17:47

Confermata ormai un'ondata di gelo :fiocco: nei giorni 3-5 gennaio, con possibile reiterazione nei giorni successivi.
Si tratterà, purtroppo, di freddo secco. Occhio a possibili nevicate al piano in Grecia, Atene in primis.. :facepalm:

Noi ci prendiamo massime clamorosamente basse e possibili minime diffusamente negative, inversione termica permettendo.

Buon anno a tutti :ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Roma E.U.R. 14 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Vue installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24:
http://romaeurmeteo.it
Estremi storici
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)

Avatar utente
eremite
Vento fresco
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 12:07
Località: Nerola
Stazione meteo: wh1080se - froggit
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 16
Mi piace ricevuti: 65
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da eremite » martedì 1 gennaio 2019, 12:23

Seguiamo un attimino questa prima fase dell'ondata di gelo, in particolar modo, la notte tra mercoledì e giovedì potremmo avere il passaggio di nuvolosità per sfondamento di fenomeni dall'Umbria, non escluderei qualche sfiocchettata fugace
49188492_2246704938674095_6098183399392935936_n.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore eremite per il post:
LifeiSnow
Reputazione: 20%
Nerola(RM) - 430 metri slm
http://www.meteonerola.it
temp max: +39,6°c 02/08/2017
temp min: -7,7°c 28/02/2018
raffica max: 123,5km/h 29/10/2018

Avatar utente
eremite
Vento fresco
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 12:07
Località: Nerola
Stazione meteo: wh1080se - froggit
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 16
Mi piace ricevuti: 65
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da eremite » martedì 1 gennaio 2019, 20:54

Aldilà dei cambiamenti a scala locale con un est shift di ECMWF per il periodo della befana, è bene andare a parlare di quanto l'europeo vede a scala emisferica, infatti l'aggiornamento serale inizia a calcolare gli effetti della propagazione dello stratwarming anche in troposferica, spunta un importante incremento dei geopotenziali, a fine prima decade, in sede polare (quando in stratosfera si dovrebbe ormai essere concretizzato lo split del vps). La situazione sta evolvendo molto rapidamente :brindisi: :sibeh: :modellineve:
propagazione.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore eremite per il post:
sheldon
Reputazione: 20%
Nerola(RM) - 430 metri slm
http://www.meteonerola.it
temp max: +39,6°c 02/08/2017
temp min: -7,7°c 28/02/2018
raffica max: 123,5km/h 29/10/2018

Avatar utente
eremite
Vento fresco
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 12:07
Località: Nerola
Stazione meteo: wh1080se - froggit
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 16
Mi piace ricevuti: 65
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da eremite » mercoledì 2 gennaio 2019, 22:03

:sibeh:
render-gorax-blue-005-b6a07f0b7be1ee2f1ad515c21ca67e14-PuL9GS.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Nerola(RM) - 430 metri slm
http://www.meteonerola.it
temp max: +39,6°c 02/08/2017
temp min: -7,7°c 28/02/2018
raffica max: 123,5km/h 29/10/2018

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2095
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 494
Mi piace ricevuti: 207
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da sheldon » mercoledì 2 gennaio 2019, 23:41

eremite ha scritto:
mercoledì 2 gennaio 2019, 22:03
:sibeh:
render-gorax-blue-005-b6a07f0b7be1ee2f1ad515c21ca67e14-PuL9GS.png
Ma a quante ore è questa mappa?
Roma E.U.R. 14 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Vue installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24:
http://romaeurmeteo.it
Estremi storici
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)

Avatar utente
eremite
Vento fresco
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 12:07
Località: Nerola
Stazione meteo: wh1080se - froggit
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 16
Mi piace ricevuti: 65
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da eremite » giovedì 3 gennaio 2019, 17:08

sheldon ha scritto:
mercoledì 2 gennaio 2019, 23:41
eremite ha scritto:
mercoledì 2 gennaio 2019, 22:03
:sibeh:
render-gorax-blue-005-b6a07f0b7be1ee2f1ad515c21ca67e14-PuL9GS.png
Ma a quante ore è questa mappa?
E' per l'11 gennaio, ma diciamo che dal 8 circa viene proposto quest'impianto a lunga durata, l'aggiornamento di stamane conferma
render-gorax-blue-009-b6a07f0b7be1ee2f1ad515c21ca67e14-AYcCz2.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Nerola(RM) - 430 metri slm
http://www.meteonerola.it
temp max: +39,6°c 02/08/2017
temp min: -7,7°c 28/02/2018
raffica max: 123,5km/h 29/10/2018

Avatar utente
eremite
Vento fresco
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 12:07
Località: Nerola
Stazione meteo: wh1080se - froggit
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 16
Mi piace ricevuti: 65
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da eremite » venerdì 4 gennaio 2019, 21:46

:mito: :mito: :mito:
render-gorax-blue-009-b6a07f0b7be1ee2f1ad515c21ca67e14-O173RD.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Nerola(RM) - 430 metri slm
http://www.meteonerola.it
temp max: +39,6°c 02/08/2017
temp min: -7,7°c 28/02/2018
raffica max: 123,5km/h 29/10/2018

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » sabato 5 gennaio 2019, 14:22

Buongiorno, un ''check'' lato stratosfera.

Restano ancora diversi nodi da sciogliere circa la risoluzione dello split a singola cresta ormai conclamato in alta strato già da diversi giorni.
Si vede bene infatti come ai piani alti si conservi agevolmente il momento Easterline su gran parte del nostro emisfero e soprattutto sul comparto europeo.

Immagine

Il problema purtroppo arriva ancora una volta dal mancato coupling (almeno parziale) con i piani bassi della troposfera dettato specialmente dall'ingresso nella fase cerchio della Madden, che suggerisce una totale assenza dell'attività d'onda con getto che scivola basso sull'asse States-Est Europa.

Tuttavia, dal profilo dei venti zonali si evince un rallentamento anche nei piani più bassi.

Molto dipenderà quindi dalla Mjo ed un eventuale rientro su magnitudo più alte per favorire l'attività a doppia cresta.
In questo caso, l'attuale fase di tensione zonale sparata favorirebbe uno svuotamento di vorticità verso la Siberia e successivo blocking con pattern AD-.

Immagine

Immagine

Immagine

Attendiamo i prossimi aggiornamenti, ormai fondamentali :ciao:
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore Trieste per il post:
knopflertemporalesco
Reputazione: 20%

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » domenica 6 gennaio 2019, 11:55

In alta stratosfera inizia ad essere più pronunciato il tentativo di ripartenza delle velocità zonali dopo lo strappo iniziato ormai da 3 settimane.
Questo è un passaggio fondamentale affinchè torni a ricompattarsi il VPS nei piani alti per trasferire verso il basso, tramite il riequilibrio termodiamico, il momento antizonale ora presente tra i 10 e i 50 hPa. :sisi: :ciao:

Immagine

Immagine

Immagine

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » lunedì 7 gennaio 2019, 13:56

Stanno arrivando segnali estremamente incoraggianti per la terza decade, con l'inizio della propagazione nei piani bassi di quello che sarà un assetto stratosferico che vede lo split ad opera dell'onda madre ed isolamento di un estesissimo momento ''Easterline'' su tutto il comparto europeo. Questo, con ogni probabilità, può favorire nei piani più bassi un esteso movimento retrogrado e conseguente blocco in rotazione verso la Scandinavia.

Immagine

Tutto più o meno per la terza decade, a seguito della fase zonale che si pone come elemento fondamentale per un raffreddamento significativo sul settore euro-asiatico. :sisi: (schema semplificato dei passaggi)

Immagine

La risonanza sarà agevolata al contempo dalla ripartenza forte del VPS ai piani alti e conseguente esasperazione della compressione adiabatica (1-5 hPa)

Immagine

Immagine
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore Trieste per i posts (totale 2):
knopflertemporalescoLifeiSnow
Reputazione: 40%

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2095
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 494
Mi piace ricevuti: 207
Contatta:

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da sheldon » lunedì 7 gennaio 2019, 16:28

Grazie Brando per le analisi :clap:

intanto domani pomeriggio occhio a possibili piogge sulla fascia costiera del medio-basso Lazio :sisi:
pcp12hz2_web_4.png
e preparatevi a una nuova importante irruzione gelida a partire da giovedì 10 gennaio anche questa, quasi certamente, secca. :freddo:
ECM1-72.GIF
ECM0-96.GIF
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Roma E.U.R. 14 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Vue installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24:
http://romaeurmeteo.it
Estremi storici
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)

Avatar utente
knopflertemporalesco
Tempesta
Messaggi: 1679
Iscritto il: venerdì 16 febbraio 2018, 19:10
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage 3000000000
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 104
Mi piace ricevuti: 87

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da knopflertemporalesco » mercoledì 9 gennaio 2019, 12:20

osservando gli spaghi, si vede che la nuova fase fredda (con termiche fino a -5/-6 sul lazio a 850 hPa e -35/-36 a 500 hPa) sarà decisamente secca, ad esclusione di improbabili sorprese o sfondamenti sul settore appenninico, ed avrà una durata di circa 3-4 giorni, dunque si tratterà di un'ondata fredda importante e anche piuttosto duratura, ma non estrema. Successivamente si vede il ritorno di valori termici in quota in media, mi aspetto della maccaja e qualche piovasco, mentre sul lungo termine appare probabile il ritorno di un po' di maltempo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore knopflertemporalesco per il post:
LifeiSnow
Reputazione: 20%
Ho voglia di salsicce co le patate al forno e le patate al forno

Avatar utente
knopflertemporalesco
Tempesta
Messaggi: 1679
Iscritto il: venerdì 16 febbraio 2018, 19:10
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage 3000000000
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 104
Mi piace ricevuti: 87

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da knopflertemporalesco » venerdì 11 gennaio 2019, 16:53

da salvare
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ho voglia di salsicce co le patate al forno e le patate al forno

Antonio da Ostia
Brezza leggera
Messaggi: 86
Iscritto il: domenica 18 febbraio 2018, 15:35
Località: Infernetto ( X Municipio Roma )
Stazione meteo: Oregon WMR 88
Mi piace dati: 19
Mi piace ricevuti: 19

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Antonio da Ostia » sabato 12 gennaio 2019, 9:43

Tra oggi e domani si concluderà questa fase fredda ma asciutta per gran parte d' Italia. Per fortuna almeno la neve è caduta copiosa sugli Appennini.
La prima decade a Roma, e non solo, è stata decisamente sotto media termica con anomalie piuttosto rilevanti se confrontata con la media mensile di Gennaio ( c'è tempo per recuperare gradi sino al 31... ).
Domani aumenteranno le minime causa nubi ( a proposito è prevista al massimo un po' di pioviggine sulle coste ma vedremo domani.. ), massime stazionarie o in lieve calo se ci sarà copertura nelle ore più calde.
Poi la nuova strusciata artica ad inizio settimana che colpirà solo le estreme regioni sudorientali.
Da giovedì-venerdi18 ecco che dovrebbe ( prendiamola con le molle vista la distanza temporale ) cambiare musica, con l' entrata in scena dell' Atlantico e quindi ritorno delle piogge a causa di perturbazioni oceaniche.
Un apprezzabile rialzo dal punto di vista termometrico ma si tratterà di ondulazioni aventi un fronte polare piuttosto basso, quindi i fenomeni associati sui versanti occidentali non dovrebbero essere nevosi solo a quote eccessive.
Quindi possiamo concludere che la seconda decade tendenzialmente dovrebbe riportare le piogge e chiudere nella norma o leggermente sopra ( specie minime ) per le temperature.
Buon week end a tutti.
:ciao:
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore Antonio da Ostia per il post:
sheldon
Reputazione: 20%

Avatar utente
Trieste
Direttore Fantameteo
Messaggi: 329
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 12:17
Località: Roma nord caput mundi
Mi piace dati: 34
Mi piace ricevuti: 101

Re: Analisi modelli e previsioni per Gennaio 2019

Messaggio da Trieste » domenica 13 gennaio 2019, 22:22

Siamo arrivati al giro di boa per quanto concerne la prima (o seconda) fase trasmissiva del SSW. :sisi2:

Un primo segno abbastanza chiaro che inizia a intravedersi nel cuore della terza decade di Gennaio, è il rallentamento del moto antiorario dei principali centri di vorticità intorno al Polo.

La lunga finestra caratterizzata da una tensione zonale accentuata, inizia a trovare un progressivo rallentamento nella coda dei principali GM con il crollo del fronte polare verso latitudini europee. Questo primo step (scambio meridiano) è fisiologicamente caratteristico di un'iniziale propagazione dell'attività d'onda dalla bassa stratosfera ai piani più bassi della troposfera.

Immagine

Il secondo step potrebbe vedere un graduale aumento di gpt verso l'area scandinava e conseguente instaurarsi di un moto sempre più antizonale sul nostro comparto, che vedrebbe l'azione di nuclei freddi inizialmente privi di vorticità in retrogressione verso Ovest dai settori più freddi verso quelli a clima più mite.

Immagine

A differenza dello scorso anno in cui lo split del VPS avvenne a carico di due onde che hanno permesso che il lobo siberiano transitasse liberamente in prossimità dell'Europa, questa volta la ''sommossa'' è pilotata esclusivamente dalla WM (onda madre) con una dinamica che messa a confronto con la precedente vedrà il la mobilitazione di masse d'aria fredda meno estese.

Immagine

Immagine

Tuttavia, appare piuttosto chiaro come il momento Easterline possa mettere le sue radici sull'Europa anche per la prima parte del mese di febbraio, rendendoci soggetti a frequenti episodi di stampo invernale. :sisi: :ciao:
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore Trieste per i posts (totale 2):
sheldonknopflertemporalesco
Reputazione: 40%

Rispondi