GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Discussioni relative all'ambito scientifico in generale.
Rispondi
Avatar utente
LifeiSnow
Fondatore Meteo Lazio
Messaggi: 704
Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2018, 1:41
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 378
Mi piace ricevuti: 103
Contatta:

GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da LifeiSnow » domenica 10 novembre 2019, 12:00



Vi propongo un argomento sul quale sono davvero "refrattario", introducendovi un intervento di Teodoro Georgiadis ed eventualmente avviare un dibattito a riguardo. Responsabilità, sobrietà e conoscenza sono 3 (sacrosanti) concetti da cui partire per poter discutere di un argomento alquanto fragile e altrettanto "sloganizzato".

Ditemi la vostra :ciao:
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore LifeiSnow per il post:
Antonio da Ostia
Reputazione: 20%
FUAFFS

Stazione Meteo di Proprietà: Roma San Pietro
Davis Vantage Vue 6157EU
Installata l'08 Giugno 2018
http://www.meteoregionelazio.it/stazion ... pietro.php
Records: 12 Agosto 2019 38.4°C 05 Gennaio 2019 0.8°C

Antonio da Ostia
Moderatore
Messaggi: 413
Iscritto il: domenica 18 febbraio 2018, 15:35
Località: Infernetto ( X Municipio Roma )
Stazione meteo: Oregon WMR 88
Mi piace dati: 82
Mi piace ricevuti: 76

Re: GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da Antonio da Ostia » domenica 10 novembre 2019, 14:49

Ottimo Teodoro Georgiadis. Come sempre del resto.... :yes:
Una persona preparata, che stimo moltissimo e, della quale, ho letto alcuni libri.
Dal mio punto di vista, ormai è noto, nutro forti dubbi sulla natura antropica e soprattutto non stimo gli slogan dei vari catastrofisti.
Si può avere del sano eco ottimismo ed affrontare i problemi legati al clima con raziocinio e soprattutto basandoci sui DATI. Attuali e del passato ( del quale, per convenienza, ci si dimentica spesso ).
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore Antonio da Ostia per il post:
LifeiSnow
Reputazione: 20%
Rilevamento dati climatici Ostia-Infernetto a partire dal 01/01/2007
Estremi termici:
Temperatura minima: -3.7°C ( 28/02/2018 )
Temperatura massima: +38.5°C ( 27/06/2019 )
Massimi quantitativi di precipitazione giornaliera:
140 mm il 31-01-2014
111 mm il 10-09-2017

Antonio da Ostia
Moderatore
Messaggi: 413
Iscritto il: domenica 18 febbraio 2018, 15:35
Località: Infernetto ( X Municipio Roma )
Stazione meteo: Oregon WMR 88
Mi piace dati: 82
Mi piace ricevuti: 76

Re: GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da Antonio da Ostia » domenica 10 novembre 2019, 17:47

http://www.climatemonitor.it/?p=46991
Ci vuole un po' di pazienza perché lungo e scritto in inglese ma rende l' idea sulla questione AGW...
Rilevamento dati climatici Ostia-Infernetto a partire dal 01/01/2007
Estremi termici:
Temperatura minima: -3.7°C ( 28/02/2018 )
Temperatura massima: +38.5°C ( 27/06/2019 )
Massimi quantitativi di precipitazione giornaliera:
140 mm il 31-01-2014
111 mm il 10-09-2017

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 672
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone zona nord est 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 57
Mi piace ricevuti: 100

Re: GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da Paolus » lunedì 11 novembre 2019, 15:22

le emissioni serra scendono naturalmente in una certa fase che precede l' inizio delle ere glaciali, con l' uso dei combustibili fossili e dei fertilizzanti e con l' aumento degli allevamenti bovini l' uomo ha raddoppiato i livelli di co2 e questo ha prolungato l' interglaciale caldo rinforzandolo anzi... quindi il GW ha per causa principale o concausa l' apporto antropico ( poi stabilire l' entità dell' apporto è impossibile credo ) già in passato abbiamo evitato una fase glaciale con la scoperta dell' agricoltura.... ovviamente riferisco idee di scienziati seri non amici di qualcuno che mi sembrano nel mio piccolo difficilmente confutabili ...
rilevazione di t. dal 1999 -impianto su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 3 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 4.3 m controverifica con schermo passivo su stessa linea meno assolata

Antonio da Ostia
Moderatore
Messaggi: 413
Iscritto il: domenica 18 febbraio 2018, 15:35
Località: Infernetto ( X Municipio Roma )
Stazione meteo: Oregon WMR 88
Mi piace dati: 82
Mi piace ricevuti: 76

Re: GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da Antonio da Ostia » lunedì 11 novembre 2019, 21:44

Il discorso è molto complesso e credo sia superfluo trarre delle conclusioni che possano definirsi certe in un senso o nell' altro...
Certamente ognuno di noi sulla base delle proprie conoscenze etc... si fa un' idea e decide come "schierarsi" .
Personalmente preferisco gli "ottimisti", perché a differenza di chi ritiene che il riscaldamento globale sia esclusivamente antropico, ragionano sulla base di dati reali ( presente e passato) mentre i "catastrofisti" preferiscono il sensazionalismo mediatico, gli slogan ( sovente politico-economici con poco o nulla di scientifico ) e si basano su proiezioni future di modelli la cui affidabilità è alquanto discutibile.... :boh:
Tanto per citare qualche dato, 125000 anni fa il mare era più alto di 5 metri e le calotte polari parzialmente fuse con livelli di CO2 più bassi di quelli attuali, tra 8000 e 5000 anni fa i ghiacciai alpini scomparvero quasi del tutto con il mare più alto di 2 metri e le temperature erano di 2-3 gradi superiori. Fino a giungere all' Optimum Medievale del 1200 con il mare più alto di ben 50 cm e le temperature europee simili se non superiori a quelle attuali. Tant'è che sulle Alpi si coltivava l' olivo fino a 1000 metri di quota, la vite fino a 1300 ed in Groenlandia, abitata dai Vichinghi, si coltivavano i cereali ( cosa tutt' ora impensabile ). Questi fenomeni come si giustificano credendo solo nell' AGW???
Un ragionamento a parte andrebbe fatto sull' anidride carbonica che viene dipinta come un veleno mentre è il mattone della vita, alla base del processo di fotosintesi. LA CO2 ( nonostante scandalose pubblicità che spopolano in TV ) non è una sostanza inquinante bensì un gas serra e, tra l' altro, nemmeno il principale ( il vapore acqueo ).
Da questi grafici si evince come spesso manca la correlazione tra l' aumento di temperatura e quello della CO2 che cresce in modo irrefrenabile.
Soprattutto nel periodo del boom economico industriale quando le emissioni aumentavano ( massime emissioni di GAS SERRA ) come si spiega la diminuzione di temperatura ( seppur lieve ) avvenuta tra il 1940 ed il 1975? E la stabilità termica in atto dall' inizio del 2000 con la CO2 che invece continua ad aumentare?
Non sarà il caso, per esempio, di valutare anche altre forzanti come il sole o la circolazione generale dell' atmosfera?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rilevamento dati climatici Ostia-Infernetto a partire dal 01/01/2007
Estremi termici:
Temperatura minima: -3.7°C ( 28/02/2018 )
Temperatura massima: +38.5°C ( 27/06/2019 )
Massimi quantitativi di precipitazione giornaliera:
140 mm il 31-01-2014
111 mm il 10-09-2017

Avatar utente
LifeiSnow
Fondatore Meteo Lazio
Messaggi: 704
Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2018, 1:41
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 378
Mi piace ricevuti: 103
Contatta:

Re: GLOBAL WARMING: Natura antropica o meno?

Messaggio da LifeiSnow » lunedì 18 novembre 2019, 11:37

Sicuramente è il sole è una forzante da valutare anche perché con precisione non si conoscono gli effetti di un minimo solare, quindi come dice Georgiadis capiremo se nei prossimi anni questo andrà a "contrastare" questo riscaldamento.. Di manovre per diminuire l'emissione di CO2 se ne stanno facendo, ma comunque anche io preferirei aspettare ancora qualche anno per avere una mole di dati più sostanziosa ed esprimermi a riguardo
FUAFFS

Stazione Meteo di Proprietà: Roma San Pietro
Davis Vantage Vue 6157EU
Installata l'08 Giugno 2018
http://www.meteoregionelazio.it/stazion ... pietro.php
Records: 12 Agosto 2019 38.4°C 05 Gennaio 2019 0.8°C

Rispondi