Pagina 1 di 1

Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: domenica 27 settembre 2020, 14:45
da ghiaccio96
Il mese inizierà con una ruota depressionaria sulla francia continuamente alimentata da aria più fredda in arrivo dal canada, dopo l'affondo nordatlantico di questi giorni la zonalità che ha dominato l'inizio di settembre è andata distrutta. I primi di ottobre si presenterà dunque un pattern bloccato con italia però ai margini della depressione e fronti che potrebbero passare troppo a nord o essere sterili (non escludo piogge sabbiate, che se penso che oggi ci sta la neve sull'amiata che verrà sostituita dalla sabbia mi viene da piangere. io spero ci scappi anche qualche nubifragio ma la rotazione ciclonica dei venti attorno alla depressione francese mi sembra troppo forte, non c'è nessuna intrusione di aria più fredda dal rodano sul mediterraneo. Vedremo, magari migliorano. Tutto ciò ci accompagnerà per quasi due settimane da inizio mese

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: domenica 27 settembre 2020, 16:03
da sheldon
ghiaccio96 ha scritto:
domenica 27 settembre 2020, 14:45
Il mese inizierà con una ruota depressionaria sulla francia continuamente alimentata da aria più fredda in arrivo dal canada, dopo l'affondo nordatlantico di questi giorni la zonalità che ha dominato l'inizio di settembre è andata distrutta. I primi di ottobre si presenterà dunque un pattern bloccato con italia però ai margini della depressione e fronti che potrebbero passare troppo a nord o essere sterili (non escludo piogge sabbiate, che se penso che oggi ci sta la neve sull'amiata che verrà sostituita dalla sabbia mi viene da piangere. io spero ci scappi anche qualche nubifragio ma la rotazione ciclonica dei venti attorno alla depressione francese mi sembra troppo forte, non c'è nessuna intrusione di aria più fredda dal rodano sul mediterraneo. Vedremo, magari migliorano. Tutto ciò ci accompagnerà per quasi due settimane da inizio mese
da non sottovalutare questa carta, si tratta delle configurazioni che possono tirare fuori belle convergenze :sisi:
ma parliamo ancora troppo in dettaglio vista la distanza temporale.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: domenica 27 settembre 2020, 16:03
da sheldon
Nel frattempo, tra martedì e giovedì una breve parentesi più stabile e soleggiata.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: giovedì 1 ottobre 2020, 11:11
da sheldon
botti sabato mattina :bob:

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: giovedì 1 ottobre 2020, 19:46
da ghiaccio96
sheldon ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 11:11
botti sabato mattina :bob:
Fammi essere puntiglioso: quel contrasto di venti che vedi è un fronte freddo, non una convergenza. Lo so che magari nei risultati poco cambia, però il fronte freddo è un qualcosa per cui la matematica ci da tante informazioni sulle sue caratteritische ed è altamente prevedibile, soprattutto questo fronte in quanto orchestrato da una depressione sulla francia colma di aria fredda che lo segue. Le convergenze sono quelle che ha fatto invece l'ultima decade di settembre, che hanno portato temporali sparsi sull'area mediterranea senza un'organizzazione particolare dei fenomeni. Non smetterò mai di ribadire queste differenze, in quanto appunto le convergenze mandano nel panico i modelli , il fronte come questo invece è predicibile anche a molti giorni di distanza, in quanto dipende dalla stabilità del pattern previsto a scala continentale che come sappiamo è dell'ordine dei giorni (intendo il tempo di predicibilità dell'atmosfera, tra i 5 e i 7). Questo fronte infatti arriverà sabato mattina, stamani mancavano ancora ben 3 giorni ma in realtà già dall'altro ieri almeno che i modelli lo vedono, quindi con 5 giorni di distanza minimo. Un po' come la linea che portò l'alluvione della maremma nel novembre 2011, era un fronte caldo stazionario e i modelli lo videro con molti giorni di anticipo tra l'altro inquadrato perfettamente nella sua intensità.

Con le convergenze vere e proprie, dovute allo scontro di venti sui nostri mari perchè deviati dall'orografia, si fatica a capire cosa accadrà anche a 12 ore.

Questo è semplicemente un bel fronte a cui farà seguito nuova aria atlantica, preceduto da una sempre più forte sciroccata che avrà il suo apice di intensità poco prima dell'arrivo della linea di vorticità (del fronte). Essendo l'avvezione calda sulla sinistra del fronte di estrazione africana, il CAPE sarà altissimo e dunque il fronte freddo si trasformerà in una vera e propria squall line in avanzata rapida (come tutti i fronti d'altra parte, viaggiano piuttosto velocemente mentre le convergenze sono stazionarie) e la compattezza dei temporali in avanzamento da ovest garatiranno nubifragi a tappeto democratici per tutti, da viterbo a roma. Mi aspetto grandinate e shelf cloud lunghissima, botta secca di mezz'ora da 40-60 mm a tappeto. Breve ma intenso, sarà divertente.

Tutto questo lo si può dire solo osservando la carta della pressione, facendo uso di un po' di teoria. Guardare i venti, il CAPE, la vorticità etc non fa che confermare il tutto.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: venerdì 2 ottobre 2020, 3:05
da sheldon
ghiaccio96 ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 19:46
sheldon ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 11:11
botti sabato mattina :bob:
Fammi essere puntiglioso: quel contrasto di venti che vedi è un fronte freddo, non una convergenza. Lo so che magari nei risultati poco cambia, però il fronte freddo è un qualcosa per cui la matematica ci da tante informazioni sulle sue caratteritische ed è altamente prevedibile, soprattutto questo fronte in quanto orchestrato da una depressione sulla francia colma di aria fredda che lo segue. Le convergenze sono quelle che ha fatto invece l'ultima decade di settembre, che hanno portato temporali sparsi sull'area mediterranea senza un'organizzazione particolare dei fenomeni. Non smetterò mai di ribadire queste differenze, in quanto appunto le convergenze mandano nel panico i modelli , il fronte come questo invece è predicibile anche a molti giorni di distanza, in quanto dipende dalla stabilità del pattern previsto a scala continentale che come sappiamo è dell'ordine dei giorni (intendo il tempo di predicibilità dell'atmosfera, tra i 5 e i 7). Questo fronte infatti arriverà sabato mattina, stamani mancavano ancora ben 3 giorni ma in realtà già dall'altro ieri almeno che i modelli lo vedono, quindi con 5 giorni di distanza minimo. Un po' come la linea che portò l'alluvione della maremma nel novembre 2011, era un fronte caldo stazionario e i modelli lo videro con molti giorni di anticipo tra l'altro inquadrato perfettamente nella sua intensità.

Con le convergenze vere e proprie, dovute allo scontro di venti sui nostri mari perchè deviati dall'orografia, si fatica a capire cosa accadrà anche a 12 ore.

Questo è semplicemente un bel fronte a cui farà seguito nuova aria atlantica, preceduto da una sempre più forte sciroccata che avrà il suo apice di intensità poco prima dell'arrivo della linea di vorticità (del fronte). Essendo l'avvezione calda sulla sinistra del fronte di estrazione africana, il CAPE sarà altissimo e dunque il fronte freddo si trasformerà in una vera e propria squall line in avanzata rapida (come tutti i fronti d'altra parte, viaggiano piuttosto velocemente mentre le convergenze sono stazionarie) e la compattezza dei temporali in avanzamento da ovest garatiranno nubifragi a tappeto democratici per tutti, da viterbo a roma. Mi aspetto grandinate e shelf cloud lunghissima, botta secca di mezz'ora da 40-60 mm a tappeto. Breve ma intenso, sarà divertente.

Tutto questo lo si può dire solo osservando la carta della pressione, facendo uso di un po' di teoria. Guardare i venti, il CAPE, la vorticità etc non fa che confermare il tutto.
assolutamente sì, questo è chiaramente un fronte :pollicione: :pollicione:
sono d'accordo su tutto, a parte che sugli accumuli che 40-60 mm mi sembrano un po' troppi. fascia costiera e sub-costiera andrei più sui 10-20 mm, mentre zone interne anche 30-40 mm. Questi però gli accumuli del passaggio della mattina, perché nel pomeriggio è atteso un altro rapido passaggio instabile da nordovest, che potrebbe aumentare gli accumuli giornalieri.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: venerdì 2 ottobre 2020, 21:46
da ghiaccio96
ti vedo ristretto sugli accumuli. Stiamo parlando di un CAPE fondoscala ... sarà un fronte di temporali violenti, non posso aspettarmi 10 mm. ne farà 40-50 a tappeto con belle shelf cloud e forti raffiche lineari di downburst, intensa attività elettrica.

Stanno sorgendo dubbi sull'effettivo coinvolgimento di roma, che secondo alcuni potrebbe vedere praticamente il passaggio all'avvezione fredda senza passare per il fronte freddo. Io ritengo altamente improbabile un salto di roma, cosa che invece sembra decisamente più probabile per la bassa provincia , latina e frosinone. Dalle carte dei venti si nota che alle ore 14 quando il fronte dovrebbe passare sul basso lazio, i venti dell'avvezione calda che precedono il fronte ruoteranno da sudovest, allinenadosi con quelli dell'avvezione fredda al seguito. Questo vuol dire che il fronte andrà dissolvendosi, e i fenomeni rimarranno solo dovuti allo stau. Il salto di roma da parte della squall line però mi sembra davvero improbabile, vedremo come andrà

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: martedì 13 ottobre 2020, 18:07
da ghiaccio96
Alla fine è andata male non per l'intensità dei fenomeni di per se, in quanto rate di 150 orari non sono mancate naturalmente. Quanto per la discontinuità dei fenomeni, è stato un sistema a V ma purtroppo non una squall line. Altra situazione molto interessante tra domani e giovedì, infatti il CAPE sarà di nuovo molto alto e i temporali di conseguenza intensi. Mi sembra però che di nuovo il fronte si spezzerà, effetto che sembra sempre essere dovuto alla catena dell'atlante che blocca la risalita dell'aria calda verso il tirreno. Sembrerebbe che dalle 23 di domani sera , molto più a est del fronte principale, vada attivandosi una forte corrente meridionale ricchissima di energia in risalita dal canale di sicilia. Questo accadrà nel momento in cui il fronte principale, ruotando, si sarà meridionalizzato e portato verso il canale di sardegna. Si andrà generando dunque a partire da sud in mezzo al tirreno una nuova linea temporalesca che alle ore 2 di giovedì si sarà espansa fin quasi sul lazio centrale. Successivamente questa linea muoverà verso est, colpendo il basso romano, provincie di latina e frosinone. Non sembra debba coinvolgere le restanti zone del lazio. Il fronte principale nel frattempo avanzerà da ovest, dovrebbe colpire entro le 5 anche viterbese e romano. A me però sembra aria di estrazione troppo settentrionale e meno energetica di quella che coinvolgerà il basso lazio. Forse la parte migliore di questo peggioramento non la prenderemo nel centro-nord. Dei temporali anche intensi possono comunque scapparci. Questa linea dopo le 5 muoverà di nuovo verso il basso lazio dove dunque dovrebbero prenderne due di ondate di temporali. Vedo invece messo peggio il litorale nord del viterbese, a nord di tarquinia dove forse non farà nulla di eclatante.
I modelli caricano molto proprio sulla toscana a differenza di quello che vedo io. In realtà in GFS, nelle sue carte di precipitazione di scarsissima risoluzione presenti su meteociel, mi sembra di vedere queste due linee temporalesche. Vede però i maggiori fenomeni in prossimità del minimo, come in realtà anche i modelli su base ECMWF. Io però non vedo perchè in toscana debbano esserci i fenomeni più intensi, dato che non prenderanno l'aria carica di energia da sud per alimentare i fenomeni.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: giovedì 15 ottobre 2020, 8:36
da ghiaccio96
Previsione15ottobrenotte.PNG
Direi che la mia previsione per cemer è stata quasi perfetta, avevo visto anche il salto del viterbese centrale, gli avevo dato rovesci ed ero stato pure troppo generoso :asd:

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: giovedì 15 ottobre 2020, 8:38
da ghiaccio96
Tra il 20 ed il 25 ottobre pausa africana che servirà per dare energia ad un papabile ultimo fronte di forti temporali a fine mese

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: giovedì 22 ottobre 2020, 17:53
da ghiaccio96
L'energia di questa relativamente breve ottobrata verrà usata nel peggioramento disorganizzato tra domani e dopodomani, quando potrebbero esservi dei temporali marittimi non compatti specie sulla maremma toscana e davanti il basso lazio. Per gli altri penso saranno al più una manciata di mm, per i fortunati tra 5 e 10 mm. Localmente c'è un buon CAPE però il fronte mi sembra per lo più sterile.

è decisamente ben fatto invece il fronte in arrivo lunedì pomeriggio che purtroppo però non pescherà aria carica di energia da sud. C'è un po' di CAPE ma difficilmente credo farà temporali, penso si tratterà di fenomeni locali. Farà una passata di acquazzoni a tappeto, con accumuli gonfiati dallo stau su alcune zone sia prima che durante il passaggio del fronte. Un po' di variabilità anche martedì, fine mese col bel tempo. Una nuova discretamente lunga fase asciutta sembra debba accompagnarci fino a buona parte della prima settimana di novembre.

Nel lungo però la piallata zonale non dovrebbe rappresentare l'inizio definitivo di un lungo periodo siccitoso con VP compattissimo, infatti sul bordo orientale della grande depressione islandese dovrebbero attivarsi flussidi momento negativi che andrebbero a trasferire l'energia del profondo vortice ad una rossby in formazione in area polare con aumento della pressione sull'artico a nord della norvegia. Nel lungo mi sembra dunque che dopo la prima settimana di novembre le vorticità islandesi si trasferiranno verso est, portando altri fronti atlantici, con un getto non forte e generalmente ondulato per un novembre nella norma. Speriamo sia così. Nel semestre freddo è ormai sempre dietro l'angolo quel mesetto filato di siccità dovuto ad un vortice polare molto forte, conseguenza del riscaldamento globale. Ad ogni segnale dei modelli di salita della AO NAO torna l'incubo caldo fuori stagione.

Re: Analisi e Previsioni per ottobre 2020

Inviato: lunedì 2 novembre 2020, 22:17
da ghiaccio96
alla fine è finita nel peggiore dei modi invece :lol: anticiclone continuo