Esperimenti con sensori Oregon in "aria libera".

Discussioni tecniche sulle stazioni meteorologiche.
Avatar utente
Guglielmo
Vento fresco
Messaggi: 666
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2018, 16:52
Località: Roma Tor de Schiavi 54 mslm.
Stazione meteo: Wmr88 schermata Davis
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 32
Mi piace ricevuti: 38
Contatta:

Esperimenti con sensori Oregon in "aria libera".

Messaggio da Guglielmo » sabato 5 gennaio 2019, 10:40

Come da istruzioni Oregon, ho posizionato un sensore “piatto” in modo che “guardi il cielo”, mentre il secondo l’ho messo proprio accanto ma “in verticale”.
Mi hanno misurato le minime rispettivamente -3,7 e -2,4.
Poco fa il primo 1,4 e l’altro 2,2.
Ebbene li ho semplicemente scambiati, uno al posto dell’altro...risultato quasi immediato si sono scambiati anche le rispettive temperature 😃
Se fosse vero il fatto che la temperatura che leggono è quella della scatoletta e non quella dell’aria, primo avrebbero dovuto leggere quasi la medesima, secondo e più importante, dopo lo scambio ed essendo già raffreddati non avrebbero dovuto scambiarsi anche la temperatura.
Ne deduco che, lasciando il sensore in aria libera, lo stesso legge effettivamente la temperatura dell’aria reale, sicuramente anche in tempo reale e non con notevole e colpevole ritardo come fanno i sensori dentro lo schermo.

Spero di essermi spiegato bene per chi legge.

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Paolus » sabato 5 gennaio 2019, 11:01

Guglielmo ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 10:40
Come da istruzioni Oregon, ho posizionato un sensore “piatto” in modo che “guardi il cielo”, mentre il secondo l’ho messo proprio accanto ma “in verticale”.
Mi hanno misurato le minime rispettivamente -3,7 e -2,4.
Poco fa il primo 1,4 e l’altro 2,2.
Ebbene li ho semplicemente scambiati, uno al posto dell’altro...risultato quasi immediato si sono scambiati anche le rispettive temperature 😃
Se fosse vero il fatto che la temperatura che leggono è quella della scatoletta e non quella dell’aria, primo avrebbero dovuto leggere quasi la medesima, secondo e più importante, dopo lo scambio ed essendo già raffreddati non avrebbero dovuto scambiarsi anche la temperatura.
Ne deduco che, lasciando il sensore in aria libera, lo stesso legge effettivamente la temperatura dell’aria reale, sicuramente anche in tempo reale e non con notevole e colpevole ritardo come fanno i sensori dentro lo schermo.

Spero di essermi spiegato bene per chi legge.
Perché nessuno dei due è schermati e la temperatura che leggono e' quella dell' oggetto altrimenti l' altro giorno ti di sarebbero gelati i vasi....lo schermo contrasta l' irraggiamento trattenendo un po' di calore e in questo modo fornisce un valore vicino a quella reale dell' aria....il dato forniti dai sensori liberi o non adeguatamente schermati non viene neppure considerato, senza contare che lo schermo tuo da gli stessi valori di max, se mettessi in giardino avresti minime ,+ basse e massime + alte..senza contare anche che stando a nord e non a ovest e' come mettere le pizze in frigorifero praticamente....che si scambiano la temperatura e' un altra cosa irrilevante perché esistono i punti di temperatura e questo e' un altro motivo per schermarli ( lo schermo elimina o riduce l' irradiazione e da un valore atmosferico(
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Paolus » sabato 5 gennaio 2019, 11:13

E per finire lo schermo Davis ( non altro) e' un po' lento ma poi da il valore giusto ( seppure in ritardo ) tra l' altro mettendo a sud i sensori liberi avresti minime e massime ben+ alte....pure io ho dei punti che se ci metto un sensore mi danno tanti grado di meno ma sono cose che non servono se vogliamo fare le cose seriamente....
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
Guglielmo
Vento fresco
Messaggi: 666
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2018, 16:52
Località: Roma Tor de Schiavi 54 mslm.
Stazione meteo: Wmr88 schermata Davis
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 32
Mi piace ricevuti: 38
Contatta:

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Guglielmo » sabato 5 gennaio 2019, 11:18

Paolus ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 11:13
E per finire lo schermo Davis ( non altro) e' un po' lento ma poi da il valore giusto ( seppure in ritardo (
Ergo se cambia repentinamente la condizione atmosferica fa letture "ad cazzum"...

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Paolus » sabato 5 gennaio 2019, 11:21

Guglielmo ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 11:18
Paolus ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 11:13
E per finire lo schermo Davis ( non altro) e' un po' lento ma poi da il valore giusto ( seppure in ritardo (
Ergo se cambia repentinamente la condizione atmosferica fa letture "ad cazzum"...
Ho aggiornato il post....all' inizio poi s' adegua, su un tetto poi e' piu' rapido visto che e' ventilato...se non ti fidi del Davis poi confronta con un altro messo accanto non cosi...se non credi a me vedi l' argomento su forum meteonetwork....tornando al meteo dove non c'è era vento un po' e' scesa -6 San Giorgio a liri arsial .
.
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
Guglielmo
Vento fresco
Messaggi: 666
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2018, 16:52
Località: Roma Tor de Schiavi 54 mslm.
Stazione meteo: Wmr88 schermata Davis
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 32
Mi piace ricevuti: 38
Contatta:

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Guglielmo » domenica 6 gennaio 2019, 14:32

Paolus ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 11:13
E per finire lo schermo Davis ( non altro) e' un po' lento ma poi da il valore giusto ( seppure in ritardo ) tra l' altro mettendo a sud i sensori liberi avresti minime e massime ben+ alte....pure io ho dei punti che se ci metto un sensore mi danno tanti grado di meno ma sono cose che non servono se vogliamo fare le cose seriamente....
Per non parlare del dato UR...con la scatoletta dentro lo schermo sottostima in maniera assurda (circa 10%), mentre non schermata mi fornisce i dati corretti...
Ma forse forse che i sensori T/H della Oregon sono fatti per essere usati fuori dagli schermi???...
E qui finisco l’OT sperando di non aver annoiato o urtato la suscettibilità di alcuno.

Tornando in 3D, minima -1,4 massima in corso 11,5...

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: Nowcasting 5-6 dicembre 2019

Messaggio da Paolus » lunedì 7 gennaio 2019, 6:21

Guglielmo ha scritto:
domenica 6 gennaio 2019, 14:32
Paolus ha scritto:
sabato 5 gennaio 2019, 11:13
E per finire lo schermo Davis ( non altro) e' un po' lento ma poi da il valore giusto ( seppure in ritardo ) tra l' altro mettendo a sud i sensori liberi avresti minime e massime ben+ alte....pure io ho dei punti che se ci metto un sensore mi danno tanti grado di meno ma sono cose che non servono se vogliamo fare le cose seriamente....
Per non parlare del dato UR...con la scatoletta dentro lo schermo sottostima in maniera assurda (circa 10%), mentre non schermata mi fornisce i dati corretti...
Ma forse forse che i sensori T/H della Oregon sono fatti per essere usati fuori dagli schermi???...
E qui finisco l’OT sperando di non aver annoiato o urtato la suscettibilità di alcuno.

Tornando in 3D, minima -1,4 massima in corso 11,5...
Ho anche io un sensore Oregon ma lo schermo i dati meteo corretti vengono da sensori schermati posti a ovest, i sensori liberi possono essere usati per rilevare i punti di temperatura soprattutto in ambiente chiuso....non vai sottozero con la misurazione corretta perché stai su un terrazzo di un palazzo in pianura ed e' difficile ma hai max + basse rispetto agli altri di zona ( vedi di prinzio caso simile al tuo )
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2561
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Pro 2
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 559
Mi piace ricevuti: 328
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da sheldon » lunedì 7 gennaio 2019, 16:20

Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:56
E comunque tornando in 3D stamattina tutto ghiacciato, altro che 0,6...🤨
La temperatura del suolo può essere anche di molto inferiore a quella dell'aria... ricorda che l'aria si raffredda come conseguenza del raffreddamento del suolo che irraggia, principalmente, e quindi l'aria si raffredda con un certo sfasamento rispetto ad esso; inoltre l'aria subisce anche contributi positivi di calore, dovuti ad esempio agli edifici.
Roma E.U.R. 24 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Pro 2 installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24: http://romaeurmeteo.it
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Come si postano i dati nel nowcasting? Scoprilo QUI

Avatar utente
Guglielmo
Vento fresco
Messaggi: 666
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2018, 16:52
Località: Roma Tor de Schiavi 54 mslm.
Stazione meteo: Wmr88 schermata Davis
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 32
Mi piace ricevuti: 38
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da Guglielmo » lunedì 7 gennaio 2019, 16:32

sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:20
La temperatura del suolo può essere anche di molto inferiore a quella dell'aria... ricorda che l'aria si raffredda come conseguenza del raffreddamento del suolo che irraggia, principalmente, e quindi l'aria si raffredda con un certo sfasamento rispetto ad esso; inoltre l'aria subisce anche contributi positivi di calore, dovuti ad esempio agli edifici.
Si ma in 20 metri prendere 2,8 gradi .....
Il sensore nello schermo non legge il freddo “vero” proprio perché sta nello schermo, al contrario mitiga il caldo...nemmeno vero anche quello secondo me...

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2561
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Pro 2
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 559
Mi piace ricevuti: 328
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da sheldon » lunedì 7 gennaio 2019, 16:39

Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:32
sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:20
La temperatura del suolo può essere anche di molto inferiore a quella dell'aria... ricorda che l'aria si raffredda come conseguenza del raffreddamento del suolo che irraggia, principalmente, e quindi l'aria si raffredda con un certo sfasamento rispetto ad esso; inoltre l'aria subisce anche contributi positivi di calore, dovuti ad esempio agli edifici.
Si ma in 20 metri prendere 2,8 gradi .....
Il sensore nello schermo non legge il freddo “vero” proprio perché sta nello schermo, al contrario mitiga il caldo...nemmeno vero anche quello secondo me...
mmm no, non è una questione di quota. E' la differenza tra la temperatura dell'aria e quella del suolo. Il sensore nello schermo legge la temperatura dell'aria, e lo schermo fa sì che questa misura non venga influenzata dal raffreddamento per irraggiamento del sensore. Il motivo per cui il suolo (e parlo proprio del suolo, non dell'aria a ridosso di esso) arriva a temperature più basse rispetto a quelle dell'aria è lo stesso per cui un sensore non schermato sottostima. Infatti, con il sensore non schermato sei andato significativamente sotto zero, come sicuramente anche il suolo, e questo ha permesso la brinata.
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore sheldon per il post:
LifeiSnow
Reputazione: 20%
Roma E.U.R. 24 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Pro 2 installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24: http://romaeurmeteo.it
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Come si postano i dati nel nowcasting? Scoprilo QUI

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da Paolus » lunedì 7 gennaio 2019, 16:56

sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:39
Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:32
sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 16:20
La temperatura del suolo può essere anche di molto inferiore a quella dell'aria... ricorda che l'aria si raffredda come conseguenza del raffreddamento del suolo che irraggia, principalmente, e quindi l'aria si raffredda con un certo sfasamento rispetto ad esso; inoltre l'aria subisce anche contributi positivi di calore, dovuti ad esempio agli edifici.
Si ma in 20 metri prendere 2,8 gradi .....
Il sensore nello schermo non legge il freddo “vero” proprio perché sta nello schermo, al contrario mitiga il caldo...nemmeno vero anche quello secondo me...
mmm no, non è una questione di quota. E' la differenza tra la temperatura dell'aria e quella del suolo. Il sensore nello schermo legge la temperatura dell'aria, e lo schermo fa sì che questa misura non venga influenzata dal raffreddamento per irraggiamento del sensore. Il motivo per cui il suolo (e parlo proprio del suolo, non dell'aria a ridosso di esso) arriva a temperature più basse rispetto a quelle dell'aria è lo stesso per cui un sensore non schermato sottostima. Infatti, con il sensore non schermato sei andato significativamente sotto zero, come sicuramente anche il suolo, e questo ha permesso la brinata.
Sheldon come non di rado dice il giusto....aggiungi che a pochi cm da terra abbiamo temperature diverse rispetto all' altezza gia' di 2 metri...
Per capirci la max record mondiale a 10 cm e' di +78 ( grado + grado -) mentre a due metri +56...
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
Paolus
Vento fresco
Messaggi: 582
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2018, 9:14
Località: Frosinone via casamari 200mslm
Stazione meteo: schermo ventilato + pluvio man
Mi piace dati: 45
Mi piace ricevuti: 93

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da Paolus » lunedì 7 gennaio 2019, 17:01

Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:55
Paolus ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:14
sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 12:36


Ocio che hai aperto due volte "dicembre 2019" :asd:

Qui minima misera di +1.7 :facepalm:
ti voglio vede' all ' eta' mia :asd: ho cambiato firma per contrastare certe mistificazioni nella rilevazione della temperatura che incontro da sempre purtroppo.... :sese:
Paolus ‘o professore 👨‍🏫
Cmq se piazzi in giardino vai + facile sottozero, oggi avresti avuto tipo -1....sul tetto hai meno escursione termica....in ogni caso ti devi piazzare giù con lo schermo sennò non può essere....
rilevazioni di t. dal 1999 su prato alberato e ben soleggiato in zona valliva media bassa urbanizzazione, eseguita con schermo ventilato posto a 4 m d' altezza con ostacoli verticali a + di 3.9m , sottostima pressochè nulla per le min causa la presenza a poca distanza di edifici e vegetazione e per la brezzolina notturna dovuta ai rilievi non distanti , sovrastima delle max contenuta per l' elevazione a 4 m

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2561
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Pro 2
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 559
Mi piace ricevuti: 328
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da sheldon » lunedì 7 gennaio 2019, 17:17

Paolus ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 17:01
Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:55
Paolus ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:14


ti voglio vede' all ' eta' mia :asd: ho cambiato firma per contrastare certe mistificazioni nella rilevazione della temperatura che incontro da sempre purtroppo.... :sese:
Paolus ‘o professore 👨‍🏫
Cmq se piazzi in giardino vai + facile sottozero, oggi avresti avuto tipo -1....sul tetto hai meno escursione termica....in ogni caso ti devi piazzare giù con lo schermo sennò non può essere....
non è detto comunque, io anche ho un giardino qui (sebbene si trovi tra alcuni palazzi) e ci ho messo una stazioncina oregon.. le minime sono uguali a quelle della davis sul tetto, al decimo proprio
Roma E.U.R. 24 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Pro 2 installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24: http://romaeurmeteo.it
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Come si postano i dati nel nowcasting? Scoprilo QUI

Avatar utente
Guglielmo
Vento fresco
Messaggi: 666
Iscritto il: mercoledì 23 maggio 2018, 16:52
Località: Roma Tor de Schiavi 54 mslm.
Stazione meteo: Wmr88 schermata Davis
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 32
Mi piace ricevuti: 38
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da Guglielmo » lunedì 7 gennaio 2019, 17:49

sheldon ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 17:17
Paolus ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 17:01
Guglielmo ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 15:55


Paolus ‘o professore 👨‍🏫
Cmq se piazzi in giardino vai + facile sottozero, oggi avresti avuto tipo -1....sul tetto hai meno escursione termica....in ogni caso ti devi piazzare giù con lo schermo sennò non può essere....
non è detto comunque, io anche ho un giardino qui (sebbene si trovi tra alcuni palazzi) e ci ho messo una stazioncina oregon.. le minime sono uguali a quelle della davis sul tetto, al decimo proprio
Perché la temperatura dell’aria e l’ur vere non stanno dentro uno schermo, nè di giorno nè di notte...
E ricordate che la Davis ha il sensore libero dentro lo schermo, che quindi rappresenta il suo “scatolotto”, al contrario le Oregon hanno il sensore dentro lo scatolotto che a sua volta sta dentro lo schermo...

Avatar utente
LifeiSnow
Fondatore Meteo Lazio
Messaggi: 669
Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2018, 1:41
Località: Roma
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Preferenza meteo: Freddofilo
Mi piace dati: 349
Mi piace ricevuti: 93
Contatta:

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da LifeiSnow » lunedì 7 gennaio 2019, 18:32

Per andare un attimo off topic facevo questo discorso con un mio amico, sostenendo appunto che una stazione va installata nella maniera in cui rispecchi il territorio circostante. E' ovvio che se qualcuno a Roma riesce a trovare una zona erbosa avvallata e con ampi spazi non sta "monitorando" l'andamento meteorologico della città ma di quell'appezzamento di terreno particolare (entra il discorso qui del microclima, vedi ad esempio Roma Salone). Discorso differente invece quando si monitora un'area montana/di campagna dove è assente il condizionamento urbano o influisce in maniera nettamente minore... allora in quel caso è preferibile installare la stazione su un prato in quanto questo rispecchia maggiormente la zona circostante. Ci possono essere nel secondo caso differenze di 4-5 gradi! Chiudo l'off :P
FUAFFS

Stazione Meteo di Proprietà: Roma San Pietro
Davis Vantage Vue 6157EU
Installata l'08 Giugno 2018
http://www.meteoregionelazio.it/stazion ... pietro.php
Records: 12 Agosto 2019 38.4°C 05 Gennaio 2019 0.8°C

Avatar utente
meteottavia
Bava di vento
Messaggi: 53
Iscritto il: martedì 18 settembre 2018, 10:59
Località: Roma - Ottavia
Mi piace dati: 13
Mi piace ricevuti: 23

Re: nowcasting 7-8 gennaio 2019

Messaggio da meteottavia » martedì 8 gennaio 2019, 11:46

LifeiSnow ha scritto:
lunedì 7 gennaio 2019, 18:32
Per andare un attimo off topic facevo questo discorso con un mio amico, sostenendo appunto che una stazione va installata nella maniera in cui rispecchi il territorio circostante. E' ovvio che se qualcuno a Roma riesce a trovare una zona erbosa avvallata e con ampi spazi non sta "monitorando" l'andamento meteorologico della città ma di quell'appezzamento di terreno particolare (entra il discorso qui del microclima, vedi ad esempio Roma Salone). Discorso differente invece quando si monitora un'area montana/di campagna dove è assente il condizionamento urbano o influisce in maniera nettamente minore... allora in quel caso è preferibile installare la stazione su un prato in quanto questo rispecchia maggiormente la zona circostante. Ci possono essere nel secondo caso differenze di 4-5 gradi! Chiudo l'off :P
Esatto.
E' per questo che in un contesto urbano, paradossalmente, la collocazione della stazione su tetto è preferibile.
Soprattutto se ci si trova incastonati tra i palazzi, dove un'installazione su prato potrebbe addirittura portare a sottostimare in caso di ombre "artificiali".

Allacciandomi al discorso di Sheldon circa i sensori su tetto e su prato, non so se vi ricordate quando siete venuti a montare il raspberry, io ho la Davis sul tetto e la Lacrosse su prato. Le minime sono praticamente identiche (nonostante i circa 10 mt di differenza di altezza), quello che cambia sono le massime (soprattutto invernali) su prato ho molta ombra del palazzo stesso, e l'inerzia ai cambiamenti in regime di inversione: ad esempio ieri sera ad un certo punto la stazione su prato era di circa +2°C più bassa rispetto al tetto, ovviamente il prato disperde il calore prima del tetto. :sibeh:

Mi scuso per l'OT.

Tornando IT, la schermatura è essenziale per avere uno standard univoco che permetta di confrontare misure di stazioni differenti. In caso di sensore non schermato, a parte il fatto che non si misurerebbe la T dell'aria, sarebbe difficile il confronto tra diverse stazioni data la difficoltà nell'assicurare identiche condizioni di misura. :sisi:

:ciao:
Questi utenti hanno messo mi piace all'autore meteottavia per i posts (totale 2):
sheldonLifeiSnow
Reputazione: 40%

Avatar utente
sheldon
Amministratore
Messaggi: 2561
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 0:11
Località: Roma E.U.R.
Stazione meteo: Davis Vantage Pro 2
Preferenza meteo: Caldofilo
Mi piace dati: 559
Mi piace ricevuti: 328
Contatta:

Re: Esperimenti con sensori Oregon in "aria libera".

Messaggio da sheldon » martedì 8 gennaio 2019, 13:15

1) Cosa si vuole misurare?

Si potrebbe voler misurare il microclima urbano che c'è tra i palazzi, quello di fatto percepito da chi cammina sui marciapiedi, ad esempio. In tal caso servirebbe un sensore opportunamente schermato posizionato ad altezza uomo su un marciapiede. E' chiaro che qui la normativa WMO viene meno, ma se lo scopo è misurare il microclima, non importa. D'altra parte, al non rispetto della normativa WMO consegue una non confrontabilità dei dati, in quanto questi sono influenzati da molteplici fattori tra cui, ad esempio, potrebbe addirittura esserci il colore dei palazzi circostanti. Ecco perché, in ambiente urbano, è preferibile installare le stazioni su tetto a norma WMO: infatti, le misure sono così effettuate in ambienti di misura che possono essere considerati uguali e di conseguenza si può operare un confronto dei dati.

2) Sensori non schermati

Lo schermo solare, come detto a più riprese, serve non solo a proteggere il sensore dai raggi solari che lo farebbero surriscaldare, ma anche ad evitare che per irraggiamento notturno si raffreddi troppo. Come giustamente è stato osservato, per avere una brinata non è necessario che la temperatura dell'aria raggiunga lo zero, ma che quella del suolo lo raggiunga. Il suolo, al pari di un sensore, si raffredda per irraggiamento (e di conseguenza, con un certo sfasamento, anche l'aria si raffredda) e può raggiungere temperature molto più basse di quelle dell'aria. Un possibile esperimento è questo: in una notte da inversione in cui la temperatura minima sia ad esempio di 1°C, un prato coperto da una tettoia non brina, mentre uno non coperto con ogni probabilità brina.
Un sensore non schermato darà una temperatura attendibile solo in queste condizioni: notte, vento sostenuto, cielo coperto (perché?).
Roma E.U.R. 24 m s.l.m.
Stazione meteo Davis Vantage Pro 2 installata su tetto dal 13 ottobre 2014 e webcam attiva dal 2018.
Stazione online 24 ore su 24: http://romaeurmeteo.it
Temp. minima: -4.1°C (28 febbraio 2018)
Temp. massima: 37.5°C (2 agosto 2017)
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Come si postano i dati nel nowcasting? Scoprilo QUI

Avatar utente
max cave
Vento fresco
Messaggi: 660
Iscritto il: lunedì 1 ottobre 2018, 11:11
Località: Roma Tor de Schiavi / Cave / Altamura
Stazione meteo: tre davis Vp2
Mi piace dati: 70
Mi piace ricevuti: 78
Contatta:

Re: Esperimenti con sensori Oregon in "aria libera".

Messaggio da max cave » martedì 8 gennaio 2019, 13:21

la temperatura dell'aria è una cosa seria non scherziamo! si può trovare ghiaccio su prati etc anche con temperature dell'aria di 3°c / 4°c.
Una cosa sensata sarebbe quella di misurare le differenze tra sensori pre-tarati e schermati , uno messo tra 1,5 e 2,0 metri dal suolo ed uno sul palazzo il resto è aria fritta.
Roma Tor de Schiavi 57 mt. estremi -5,2°c ( dicembre 2010 ) +40,4°c ( agosto 2007 )
Cave Morino ( RM ) 377 mt. estremi -7,8°c ( febbraio 2018 ) +39,2°c ( agosto 2017 )
Altamura ( BA ) 498 mt. estremi -7,4 ( dicembre 2014 ) +40,7°c ( agosto 2017 )

Rispondi