Gallery: Disgelo dei Monti Simbruini, dalla neve ai Crocus

Le bellissime foto del disgelo scattate da Daniele Fabrizi sui Monti Simbruini fino alle vedute del Monte Autore, in mezzo ai Crocus tipici fiori violacei dell’inizio della Primavera

Domenica 08 Aprile 2018 un nostro fan “Daniele Fabrizi” si è avventurato nel cuore dei Monti Simbruini, tra i rilievi più affascinanti e suggestivi della provincia di Roma. In questa giornata vista la stagione primaverile incalzante è riuscito ad immortalare la metamorfosi del territorio nel pieno del disgelo post-invernale, regalandoci questi scatti a dir poco mozzafiato.

Nel periodo che va tra la fine di Marzo e l’inizio di Aprile, nel manto nevoso delle zone montane ma anche nelle zone prive di neve gemmano i Crocus, i cui bulbi sono perenni e si mantengono nel sottosuolo anche con temperature particolarmente avverse (questo perché lo strato di neve che si posa sul terreno durante il periodo invernale funge da termoprotettore). Il nome di questi fiori deriva dal termine greco “Kròkos” ovvero filo di tessuto, ed hanno un vasto utilizzo sia medicinale che culinario.

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e Tecnico Meteorologo certificato DEKRA da Settembre 2019. Ha studiato ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi Roma Tre e ha fondato la pagina Social di Meteo Lazio a Novembre del 2014, ideandola come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi nonché freddofilo, ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.