Week-end con il Favonio

Una profonda depressione in risalita dall’entroterra Africano attiverà, nel corso del week-end, sostenuti venti di Scirocco su tutto il territorio Nazionale.

I spiccati contrasti termici nell’entroterra Africano, generati dall’aria calda presente sul posto e una saccatura nord Atlantica estesa a latitudini piuttosto meridionali, hanno dato vita ad un centro di bassa pressione che, in queste ore, si sta spostando verso nord-est.

Nel corso del week-end, il suddetto minimo di pressione, raggiungerà il Mediterraneo a ridosso della Tunisia, la rotazione antioraria incanalerà le correnti più fredde sul Mediterraneo occidentale, mentre sull’altro lato, Mediterraneo centrale, verranno richiamate correnti piuttosto miti sub-tropicali (provenienti dall’entroterra Africano). La circolazione si disporrà quindi a scirocco su tutti i settori con una componente che, sul Tirreno (in particolar modo centrale) si disporrà da SE/ESE innescando così anche il Favonio (Il favonio è un vento di ricaduta dai monti che si riscalda rapidamente e può far registrare valori di temperatura piuttosto elevati e tassi di umidità relativa molto bassi).

SITUAZIONE TERMICA SUL LAZIO

Dunque sul Lazio ci aspetta un forte incremento dei valori termici, sia Sabato che Domenica sono attese punte massime localmente oltre i +25/+26°c in particolar modo sulle pianure a ridosso dell’Appennino. Il favonio non si placherà neanche nelle ore notturne tanto che, domenica mattina, diverse località pianeggianti del Lazio potrebbero ritrovarsi su valori di +20/+22°c.

CONDIZIONI ATMOSFERICHE

Tutta via, le temperature piuttosto elevate non saranno associate a condizioni di cielo sereno, al contrario, sarà una giornata caratterizzata dal cielo coperto e un atmosfera opaca resa tale anche dalla presenza di elevati quantitativi di polvere desertica, non è escluso che localmente possa verificarsi anche qualche debole pioviggine (e visti i quantitativi di polvere presenti in atmosfera, sconsigliamo di lavare l’auto).

SETTIMANA SUCCESSIVA

Si rinforza l’Anticiclone sull’Europa centro-settentrionale e anche sul Mediterraneo che, però, sarà sede di infiltrazioni fresche in quota che favoriranno spiccata instabilità durante le ore pomeridiane.

Gabriele Carletti

Classe 1996, meteoappassionato sin dalla più tenera età, amante degli eventi climatici estremi e della neve. Collabora con Meteone e ilmeteodeicastelli.it ed è gestore di meteonerola.it per il monitoraggio meteo-climatico locale. Fortemente attratto da tutte le dinamiche fisiche che regolano l’atmosfera e autodidatta nel settore fisico-matematico di questa scienza. Contatto: gabrielecarletti@meteonerola.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.