Maltempo con piogge intense e neve in montagna; migliora nel weekend

L’aria fredda dell’est europa si è rimescolata con la più mite aria atlantica apportando piogge diffuse, a tratti intense e nevicate sull’Appennino. Nel fine settimana è atteso però uno stop del maltempo

Dall’atlantico una saccatura si è fatta strada verso il Mediterraneo, causa della spiccata fase di maltempo di questi giorni con nevicate a quote di bassa montagna o, localmente, di alta collina nelle zone più interne; dopo le minime basse di giovedì, le nevicate hanno imperversato sulla nostra regione specialmente nelle zone più interne.

L'interazione con l'ingresso della massa d'aria di origine atlantica ed il vasto lago "freddo" proveniente da est
L’interazione con l’ingresso della massa d’aria di origine atlantica ed il vasto lago “freddo” proveniente da est

La saccatura Atlantica in spostamento sul Mediterraneo, ha attivato un richiamo di correnti più calde di origine sub-tropicale che dall’entroterra Africano si spostano proprio verso i Territori; questo richiamo ha causato ad un momentaneo aumento delle temperature con nevicate intorno agli 800-1000 metri nel Reatino orientale (più protetto dalle correnti miti), oltre i 1800 metri sulle altre montagne della nostra regione. Tuttavia nelle prossime ore è atteso un ulteriore calo delle temperature, a causa della reiterazione del freddo che scivolerà da est verso ovest permettendo le ultime nevicate tra stanotte e domani specialmente sul basso Lazio;

Le temperature a 850 hPa previste per domani sul centro Italia - fonte Lamma
Le temperature a 850 hPa previste per domani sul centro Italia – fonte Lamma

successivamente a causa di un prefrontale azzorriano avremo un fine settimana nel complesso stabile e soleggiato, con venti di tramontana ed aria particolarmente secca. La seconda decade di Dicembre dovrebbe seguire lo stesso schema con rapide rimonte anticicloniche e saccature di origine atlantica. Appuntamento alla prossima analisi meteo.

Gabriele Carletti

Classe 1996, meteoappassionato sin dalla più tenera età, amante degli eventi climatici estremi e della neve. Collabora con Meteone e ilmeteodeicastelli.it ed è gestore di meteonerola.it per il monitoraggio meteo-climatico locale. Fortemente attratto da tutte le dinamiche fisiche che regolano l’atmosfera e autodidatta nel settore fisico-matematico di questa scienza. Contatto: gabrielecarletti@meteonerola.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.