Meteo Natale 2018 : il tempo durante le festività

Oggi sciogliamo definitivamente la prognosi sulle condizioni meteorologiche delle prossime festività natalizie dell’anno 2018

Nelle giornate di sabato e domenica un promontorio di alta pressione, centrato nella penisola iberica, abbraccerà tutto il Mediterraneo occidentale e centrale, compresa la nostra penisola. Le temperature in quota aumenteranno sensibilmente, con la ventilazione che si predisporrà dai quadranti meridionali: situazione perfetta per la genesi della maccaja (che prende il nome da una analoga situazione tipica del golfo Ligure): elevata umidità e cieli grigi coperti. Non si escludono locali pioviggini nelle ore centrali di sabato, mentre il pomeriggio di domenica potrebbe vedere ampie schiarite per una ventilazione più orientale.

24 DICEMBRE VIGILIA DI NATALE I venti di scirocco riprodurranno nuovamente condizioni prevalenti di maccaja: cieli coperti ed elevata umidità. Le temperature al suolo risulteranno miti, ben superiori ai valori medi del periodo, con massime diffusamente oltre i 13°C-14°C.

25 DICEMBRE NATALE Il promontorio di alta pressione si eleverà in Atlantico, portandosi fino alle Isole Britanniche; l’Italia rimarrà nel bordo orientale dell’alta pressione. I venti ruoteranno a tramontana o grecale, dunque assisteremo ad ampie schiarite, con clima ancora mite di giorno (qualche grado in meno rispetto alla vigilia) e freddo dalla sera, in particolare nelle zone interne. Bel tempo dunque per il Natale 2018, come ormai accade quasi da tradizione da molti anni a questa parte.

26 DICEMBRE S.STEFANO Passato il cenone della vigilia ed il pranzo di Natale, la giornata di Santo Stefano potrà essere tranquillamente trascorsa all’aria aperta: cieli limpidi e sereni e ventilazione debole se non assente. Le temperature saranno in diminuzione, in particolare nei valori minimi, che risulteranno più bassi dove si attiverà l’inversione termica; 11°C-12°C di massima durante il giorno.

Per il proseguo delle festività, le condizioni atmosferiche rimarranno pressoché stazionarie, con temperature nella media del periodo, fino a sabato 29 dicembre, dopodiché l’incertezza previsionale diventa tale da non permettere di delineare neanche una tendenza di sorta. Naturalmente seguiremo con attenzione l’evoluzione dello Stratwarming, che si attiverà nei prossimi giorni, indebolendo il vortice polare stratosferico. I modelli iniziano ad inquadrare i primi disturbi nel lungo periodo, segno di un possibile coinvolgimento anche della troposfera: un ulteriore segno in tal senso sarebbe lo sfondamento della soglia del -3 del NAM (tra il 24 e il 28 dicembre), che comporterebbe un indebolimento del VP per i successivi 45-60 giorni. 

Gli aggiornamenti di Meteo Lazio torneranno regolarmente dopo questi giorni di festa. Lo staff di Meteo Lazio coglie l’occasione per augurare a tutti Buon Natale e serene festività; vi salutiamo con un aforisma di Charles Dickens con un consiglio su come vivere queste festività : “Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di tenerlo con me tutto l’anno “.

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su radio Centro Suono Sport. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.