Un po’ di instabilità, poi ancora alta pressione ma più freddo al mattino

Siamo all’inizio della seconda decade di febbraio reduci da una prima parte del mese particolarmente mite. Il momentaneo cambio di circolazione è ormai dietro le porte con una nuova perturbazione in arrivo, ma poi tornerà la stabilità

Febbraio, dopo i primissimi giorni molto piovosi, inverte la tendenza che oramai si era consolidata da fine dicembre: bel tempo e clima decisamente mite hanno preso il posto delle piogge e del freddo. Ma si può dire che l’inverno è finito? Al momento è alquanto prematuro dare una risposta. Sicuramente però per l’inizio della prossima settimana le novità saranno poche. A livello continentale una saccatura artica coinvolgerà il comparto mitteleuropeo, andando poi ad interessare la penisola balcanica, lambendo soltanto il nostro paese. A seguire un esteso campo di alta pressione dovrebbe abbracciare tutto il continente europeo, ad eccezione dei settori più orientali. 

Lo zero termico previsto per lunedì pomeriggio dal modello ICON
Lo zero termico previsto per lunedì pomeriggio dal modello ICON

Nel Lazio, nella giornata di lunedì 11 gennaio, avremo rovesci sparsi, in particolare nelle zone interne: neve a quote di montagna, in calo al passaggio del fronte freddo, ma sempre a quote elevate. La ventilazione sarà sostenuta dai quadranti settentrionali; prestare attenzione nei settori costieri, in particolare del viterbese (in estensione al medio basso lazio nel pomeriggio), dove si potranno toccare raffiche di 100 km/h. Durante la prima parte della settimana le temperature torneranno dunque leggermente sotto media nei valori minimi, mentre quelli massimi saranno ancora gradevoli in pianura, favoriti dalle giornate ben soleggiate.

La ventilazione di burrasca che interesserà le nostre coste da lunedì fino alla prima serata
La ventilazione forte che interesserà le nostre coste da lunedì fino alla prima serata

In sintesi ad eccezione di questa perturbazione avremo tempo stabile ed un possibile ritorno della ventilazione da est per il prossimo fine settimana (ci sono possibilità di una retrogressione dai Balcani per un nuovo rientro del freddo) ma staremo a vedere se questa ipotesi verrà confermata. Appuntamento ai prossimi aggiornamenti.

La possibile retrogressione in conseguenza di un ampio campo di alta pressione sui paesi nord-europei
La possibile retrogressione in conseguenza di un ampio campo di alta pressione sui paesi nord-europei

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su una radio romama. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.