Maggio 2019 termina con un altro filotto di perturbazioni

Il mese di maggio non vuole lasciare spazio a rimonte anticicloniche: i giorni che ci apprestiamo ad affrontare saranno perturbati e piovosi, sulla falsariga dei giorni precedenti

Nella giornata di domani, domenica 26 maggio, una nuova perturbazione porterà diffuso maltempo sul Lazio. Infatti si genererà un fronte occluso, con ventilazione dai quadranti orientali, che porterà piogge deboli ma a tappeto su tutta la regione a partire dal mattino. Dopo una pausa precipitativa a metà giornata, si ripresenterà una situazione analoga a quella della mattina, con ancora piogge deboli ma persistenti. Nel corso delle 24 ore gli accumuli saranno compresi tra i 10 e i 20 mm uniformemente su tutto il Lazio. La protezione civile ha emanato un’ allerta gialla per criticità idrogeologica per le prossime 24-36 ore.  su tutte le zone di allerta.

Successivamente un ciclone (zona di bassa pressione attorno alla quale i venti ruotano in senso antiorario) risalirà dalle coste libiche nel Tirreno centrale e per tutta la giornata di lunedì porterà il suo minimo depressionario a largo delle coste Laziali, con valori barometrici attorno ai 1000 hpa. Nuova instabilità dunque, ma con una dinamica leggermente diversa: per la vicinanza del minimo al mattino di lunedì avremo ancora fenomeni sparsi ma intermittenti, poi con il suo allontanamento verso est, dal pomeriggio si svilupperà instabilità più accentuata legata ad un passaggio frontale: in questo frangente sono attesi rovesci intensi e localmente qualche temporale. Le piogge saranno in assorbimento dalla sera.

Martedì, con la traslazione verso est della perturbazione, momentaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, con cieli molto nuvolosi o coperti. Dal pomeriggio torna invece l’instabilità pomeridiana, con rovesci e temporali ad evoluzione diurna nelle zone interne.

Le temperature in questi giorni rimarranno di qualche grado sotto le medie del periodo: sia domenica che lunedì le massime potrebbero non superare i 20°.

Il cut-off che risalirà dal basso mediterraneo (possibile occlusione sul centro Italia)
Il cut-off che risalirà dal basso mediterraneo (possibile occlusione sul centro Italia)
precipitazioni accumulate nei prossimi giorni secondo il modello READING
Precipitazioni accumulate nei prossimi giorni secondo il modello READING

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su una radio romama. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.