Vandalismo: rubato il cartello in onore di Daniele Nardi sul Semprevisa

Il misfatto è stato segnalato il 9 giugno 2019, quando la targa apposta nei pressi della vetta del Monte Semprevisa non è stata più rinvenuta

Lo scorso 18 maggio sul monte Semprevisa è stata effettuata la cerimonia di inaugurazione del sentiero dedicato a Daniele Nardi durante la quale non è stata possibile apporre la targa in suo onore a causa del maltempo. Dopo svariati tentativi falliti (a causa di un mese di maggio particolarmente perturbato), la targa è stata affissa mercoledì 5 giugno 2019.

Purtroppo a causa di qualche malintenzionato, la targa è stata derubata pochi giorni dopo e la scorsa domenica è stato segnalato il furto alla sezione locale del CAI. A riguardo dell’accaduto si è pronunciato il Presidente del CAI di Latina, Federico Cerocchi:

“Oggi (domenica 9 giugno), mi è stata segnalata la scomparsa della targa. Non credo che la sparizione sia da attribuire a qualche animale, la targa in tal caso sarebbe rimasta sul palo, magari deformata, oppure, se staccata, sarebbe rimasta in prossimità del palo. L’atto deve quindi essere attribuito a qualche bestia bipede, le cui elucubrazioni mentali sono di difficile interpretazione”.

Un atto deplorevole verso il quale noi di Meteo Lazio ci mostriamo contriti e solidali, avendo noi stessi ricevuto in passato un similare trattamento in seguito ad un progetto mandato avanti all’interno del Parco dei Monti Lucretili (vi ricordiamo il Progetto Monte Gennaro).

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università Roma Tre. Ha fondato Meteo Lazio a Novembre del 2014, come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi, nonché freddofilo ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016 ed è membro dell'Associazione Bernacca Onlus. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.