Fase di maltempo in arrivo: instabilità e calo delle temperature

In settimana attendiamo un moderato calo delle temperature, accompagnato da piogge e temporali;  i valori termici rientreranno nelle medie del periodo, dopo oltre 40 giorni di valori abbondantemente sopra media

È ormai dall’inizio di giugno che stiamo assistendo alla presenza continua dell’anticiclone, con valori termici costantemente sopra le medie del periodo. Uno scenario che si ripete abitualmente (con alcune eccezioni) nelle estati degli ultimi due decenni, assolutamente non consono alla tipica estate mediterranea (che oramai apparirebbe fredda e spesso piovosa). Ad esempio il peggioramento della settimana prossima produrrà il rientro delle temperature nelle medie, ma sarà comunque percepito come un calo marcato delle temperature (oltre i 3°C/4°C). Anche il ritorno dei temporali e dell’instabilità sarà associato dai più ad un break dell’estate, ad un suo passo falso, quando in realtà è un fatto abbastanza fisiologico. Vediamo ora i dettagli degli sviluppi meteorologici di questa settimana.

Quadro barico europeo - 07 luglio 2019
Quadro barico europeo – 07 luglio 2019

Il quadro barico di partenza è quello di una possente cupola anticiclonica sub-tropicale nel Mediterraneo centrale, che risente principalmente di due disturbi: uno dovuto ad una goccia fredda sul suo bordo occidentale ( tra Portogallo e Spagna), l’altro all’abbassamento del flusso Atlantico in Europa Centrale, fino al nord Italia. Nelle regioni settentrionali infatti già in questi giorni abbiamo assistito a fenomeni temporaleschi localmente violenti (con grandinate eccezionali) dovuti ad accesa instabilità pomeridiana, che proseguiranno anche domani in particolare tra Veneto, Emilia-Romagna e Marche. Nel Lazio ancora bel tempo ma con qualche annuvolamento in più e temperature molto calde sia nei valori massimi che in quelli minimi (con disagio anche nelle ore notturne per i valori elevati di umidità).

Martedì 09 luglio, l’anticiclone inizierà a mostrare i primi segnali di cedimento anche sull’Italia centrale: oltre al maltempo al nord, assisteremo a temporali anche intensi sull’alta Toscana, mentre altrove si svilupperà instabilità ad evoluzione diurna (temporali pomeridiani). Anche sul Lazio dunque tornerà la pioggia, ma solo nelle zone interne; nel resto della regione cielo molto nuvoloso o coperto, con locali pioviggini e temperature ancora elevate (punte di 33°C/34°C a Roma).

Situazione barica attesa per mercoledì 10 luglio
Situazione barica attesa per mercoledì 10 luglio

Nel frattempo la goccia fredda verrà agganciata dal flusso Atlantico, generando una perturbazione che da nord ovest coinvolgerà, nella giornata di mercoledì 10 luglio, gran parte del centro: temporali intensi su tutto il settore adriatico, alimentati da aria più fredda in discesa da est. Instabilità anche sul Lazio, col probabile passaggio di un fronte temporalesco a partire dal viterbese. Da notare che l’energia in gioco sarà davvero molta: l’indice CAPE, che quantifica la possibilità della formazione di temporali, raggiungerà sul Tirreno e le coste laziali valori davvero elevati, oltre i 3000 J/kg. Ci attendiamo dunque fenomeni temporaleschi intensi, con possibilità di grandine, ma localizzati e veloci. La situazione tuttavia deve ancora essere inquadrata nei dettagli dai modelli. È ormai certo invece che il peggioramento sarà accompagnato da un calo delle temperature sensibile, che farà rientrare i valori massimi attorno ai 30°C in pianura.

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su una radio romama. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.