Grandinate e danni in Ciociaria: ecco quanto accaduto il 10 luglio 2019

La fase di maltempo del 10 luglio 2019 si è tramutata in un ricambio d’aria per alcune zone; per altre invece, forti temporali e grandinate con chicchi fino a 5 centimetri

La giornata del 10 luglio 2019 sarà ricordata sicuramente per il fortissimo maltempo sul settore Adriatico, specialmente fra Abruzzo e Molise: qui alcuni temporali hanno scaricato ingenti quantità di acqua e grandine, tipica dei più intensi temporali americani. Anche la nostra regione non è stata da meno, seppure i fenomeni temporaleschi non siano stati così organizzati da determinare criticità in maniera omogenea.

Gli episodi più estremi si sono verificati sul basso Lazio: in primis intorno alle 14.00 quando il Cassinate è stato investito da una grandinata di moderate dimensioni. Di questo abbiamo un video di Davide Vettese che testimonia la veemenza del rovescio di ghiaccio:

La foto del medesimo autore ci mostra il diametro dei chicchi di ghiaccio caduti dal cielo fino a 5 centimetri di diametro:

Grandine nel Cassinate - 10 Luglio 2019
Grandine nel Cassinate – 10 Luglio 2019

Nel pomeriggio i temporali che nel tardo mattino si trovavano sulla Tuscia Viterbese, si sono spostati lentamente verso Sud-Est, facendo irruzione sulla Valle del Sacco. Qui avendo avuto a disposizione una grande quantità di calore latente, i temporali hanno potuto acuire i loro moti verticali, generando violente grandinate.

Alcune celle temporalesche hanno avuto modo di inasprirsi anche a ridosso dell’Appennino, come quanto successo in località Prato di Campoli (FR) sui Monti Ernici: qui grazie al sollevamento forzato, una cella temporalesca si è sviluppata in pochissimo tempo, raggiungendo valori a fondo scala sul Radar SRI (Surface Rainfall Intencity). Ecco l’immagine radar DPC delle 14.50 quanto mostrava:

Immagine del Radar della Protezione Civile SRI - ore 14.50
Immagine del Radar della Protezione Civile SRI – ore 14.50

Probabilmente per quanto riguarda la nostra regione, questo è stato il fenomeno più violento verificatosi nel corso della giornata. Purtroppo non avendo strumenti in loco, non abbiamo potuto quantificare l’evento accaduto ma ne possiamo soltanto apprezzare tutta la sua potenza. Ecco il video dopo la grandinata della pagina Il Faggio Prato Di Campoli :

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università Roma Tre. Ha fondato Meteo Lazio a Novembre del 2014, come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi, nonché freddofilo ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016 ed è membro dell'Associazione Bernacca Onlus. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.