Fortissima grandinata sul Valico di Forca d’Acero (FR) – 26 luglio 2019

Nel pomeriggio del 26 luglio 2019 un temporale a sviluppo pomeridiano ha scaricato una forte grandinata sul Valico di Forca d’Acero, dove abbiamo registrato un accumulo pluviometrico di oltre 70 mm

Il 26 luglio 2019 è stata una giornata particolarmente temporalesca per i settori appenninici del Reatino orientale (come testimonia la diretta Facebook di un nostro collaboratore) che della Ciociaria a ridosso del confine Abruzzese. Nel comune di San Donato di Val Comino, lungo la linea dei Monti Ernici un forte temporale isolato si è sviluppato dopo le 16.00 in maniera molto rapida e violenta. A causa del sollevamento forzato, la nube ha potuto raggiungere un’altezza notevole, tant’è che l’incudine era ben visibile da gran parte della provincia di Roma. Il temporale nella sua fase matura ha generato intorno alle 17.00 un fortissimo rovescio di grandine in prossimità del Valico di Forca d’Acero (dove un mese fa abbiamo installato una stazione meteorologica), dalla quale sono stati registrati ben 70,6 mm di pioggia. La temperatura nella fase clou del rovescio ha raggiunto il notevole valore di 10,5°C andando a scalfire la minima precedentemente registrata nella notte. Questo è uno degli scatti degli scatti della nostra webcam in cui era ben visibile l’accumulo di grandine al suolo:

Scatto webcam Forca d'Acero ore 17.23 - 26 luglio 2019
Scatto webcam Forca d’Acero ore 17.23 – 26 luglio 2019

Mentre questa immagine mostra l’intensità del rovescio (il colore “viola” denota il raggiungimento del massimo) nell’area citata:

Fortissima grandinata sul Valico di Forca d'Acero (FR) - 26 luglio 2019


Ecco le testimonianze di Domenico – titolare del Ristorante del Passo di Forca d’Acero e di Mario Gentile, che si trovavano lì nel pieno del rovescio grandinigeno (CLICCARE SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE); purtroppo sono stati riportati danni alle carrozzerie di alcune vetture, vista l’intensità del fenomeno:

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università Roma Tre. Ha fondato Meteo Lazio a Novembre del 2014, come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi, nonché freddofilo ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016 ed è membro dell'Associazione Bernacca Onlus. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.