Estate in lento declino: MALTEMPO e TEMPORALI per tutta la settimana

Puntuale con l’ingresso dell’autunno meteorologico il 1 settembre, lo schema circolatorio subirà un netto cambiamento, con maltempo e temporali sempre più estesi e frequenti ed un calo delle temperature
La goccia fredda sulla Sardegna che innescherà temporali ed instabilità sulla nostra regione
Diffuso maltempo sull’Italia lunedì 2 settembre

 

Il dominio anticiclonico sull’Italia sta per collassare: un primo segnale del cedimento dell’alta pressione lo abbiamo osservato in questi giorni con la formazione di temporali pomeridiani nelle zone interne. Nei prossimi giorni assisteremo ad un graduale calo dei geopotenziali e dei valori termici a causa dell’ingresso di correnti atlantiche da ovest nel bacino del Mediterraneo. Domenica 1 settembre una goccia fredda si isolerà sulla Sardegna e favorirà nella giornata di lunedì 2 settembre la formazione di un’ondulazione atlantica che renderà il tempo perturbato su quasi tutta Italia. Nel frattempo l’anticiclone delle Azzorre si rafforzerà in Atlantico, continuando a favorire l’ingresso di correnti fresche e perturbate sull’Europa centrale e sull’Italia almeno fino alla fine della prossima settimana.

Ma entriamo nei dettagli: la giornata di domenica 1 settembre inizierà al mattino all’insegna di innocue velature, in un contesto ancora asciutto. Dal pomeriggio si formeranno diversi nuclei temporaleschi che apporteranno instabilità sparsa un po’ su tutta la regione. Dovrebbero risultare maggiormente coinvolte le zone tra le provincie di Roma e Rieti e il basso Lazio. Naturalmente la dinamica previsionale di questo tipo di fenomenologia richiede un’analisi maggiore in fase di nowcasting. Un’allerta gialla per temporali è in vigore domani sulle zone di allerta F-Bacini Costieri Sud e G-Bacino del Liri. Temperature massime ancora calde (32°-33°), con annesso disagio per elevati valori di umidità.

Lunedì 2 settembre instabilità sparsa già dalla tarda mattinata, con rovesci e temporali sparsi su gran parte della regione. I fenomeni si intensificheranno dal pomeriggio,  difficile dire però quali zone saranno le più colpite. In pole come al solito con fenomeni convettivi ad evoluzione diurna le zone interne.

Instabilità per tutta la settimana sulla nostra regione

Nei giorni successivi, almeno fino a venerdì 6 settembre, ancora instabilità diffusa sulla nostra regione, con le temperature in progressivo calo sia nei valori massimi che in quelli minimi. Nel lungo termine molta incertezza, ma sembra difficilmente ipotizzabile un ritorno  del caldo, mentre è sempre più probabile una reiterazione di condizioni instabili. Vi invitiamo a seguire i nostri aggiornamenti.

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su una radio romama. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.