Giovedì 19 settembre 2019 veloce passaggio perturbato

Una veloce saccatura fredda porterà tempo perturbato tra mercoledì sera e giovedì con piogge da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale

Una saccatura di aria fredda di origine nord Atlantica, sta scendendo in queste ore, dall’Europa centrale verso i Balcani, interessando marginalmente anche il nostro territorio nazionale, con infiltrazioni di aria fredda dai quadranti settentrionali e orientali capaci di innescare una diffusa fase perturbata associata ad un generalizzato calo delle temperature.

In particolar modo dal pomeriggio del 18 settembre, la prima fenomenologia instabile si è avuta sull’Italia settentrionale, con piogge diffuse e a tratti intense tra Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. Nel corso della notte insisteranno le piogge sulle regioni settentrionali e si propagheranno anche a quelle centrali per poi estendersi, nelle ore successive, anche a gran parte del meridione.

Per quanto riguarda la nostra regione, la fase perturbata ha avuto inizio già nella giornata di mercoledì 18, quando il flusso caldo e umido che precede la saccatura, ha infatti interessato i nostri territori con un aumento della temperatura e sopratutto dei valori di umidità relativa; la saturazione della colonna d’aria legata ad un graduale aumento dell’instabilità, ha innescato nelle ore serali anche fenomeni meteorici che, in queste ore si stanno spostando dalla costa verso le zone interne  (quindi da sud-ovest verso nord-est con piogge anche a carattere di rovescio); la nottata quindi trascorrerà con molte nubi e qualche piovasco sparso.

Le precipitazioni previste dal modello Lamma ECM per la giornata di giovedì 19 settembre 2019
Le precipitazioni previste dal modello Lamma ECM per la giornata di giovedì 19 settembre 2019

Tra la tarda nottata e la mattinata di giovedì 19 settembre, sarà invece probabile il passaggio di un fronte freddo da nord verso sud con precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale: a tale passaggio sarà associato anche un cambio d’aria che farà abbassare le temperature di 3°C-5°C rispetto alle 24 ore precedenti; tale scarto termico dovrebbe mantenersi anche nelle 48-72 ore successive. La mattinata di giovedì 19 sarà quindi più fresca accompagnata da nubi sparse e qualche scroscio, un rinvigorimento dell’instabilità si presenterà invece nelle ore pomeridiane, con fenomeni convettivi e nubi a sviluppo verticale che garantiranno precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale, localmente intensi. In genere questa fenomenologia è esclusiva delle zone interne ed Appenniniche.. tuttavia la ventilazione settentrionale ne favorirà un interessamento anche delle pianure più esterne (agro Romano e Castelli Romani) e localmente anche della fascia costiera,  specie quella meridionale tra tardo pomeriggio e sera. Seguirà in serata e in nottata un generale miglioramento del tempo, con schiarite via via sempre più ampie e in un clima più fresco.

Gabriele Carletti

Classe 1996, meteoappassionato sin dalla più tenera età, amante degli eventi climatici estremi e della neve. Collabora con Meteone e ilmeteodeicastelli.it ed è gestore di meteonerola.it per il monitoraggio meteo-climatico locale. Fortemente attratto da tutte le dinamiche fisiche che regolano l’atmosfera e autodidatta nel settore fisico-matematico di questa scienza. Contatto: gabrielecarletti@meteonerola.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.