Intenso MALTEMPO in arrivo sul Lazio: tutti i dettagli

Dalla serata di sabato 2 novembre assisteremo ad un intenso peggioramento di stampo atlantico, capace di apportare significativi accumuli di pioggia sulla nostra regione.

Grossi movimenti in atto in questo inizio di Novembre sullo scenario barico europeo: infatti una vasta area depressionaria si andrà approfondendo sulle Isole Britanniche. Contestualmente l’anticiclone delle Azzorre si eleverà in Atlantico verso le alte latitudini, come mai accaduto in questa stagione autunnale. L’Italia, in particolare il versante Tirrenico, si troverà esposto alle umide e miti correnti di libeccio del ramo ascendente della saccatura. Questo determinerà quindi la genesi di condizioni di maltempo generalizzato, con piogge estese, intense e persistenti.

 

Accumulo totale previsto dal modello GFS nelle prossime 36 ore
Accumulo totale previsto dal modello GFS nelle prossime 36 ore

Una prima fase di attenzione sarà quella della serata di sabato 2 novembre, quando, tra la bassa Toscana ed il Lazio, verrà richiamata aria molto umida e instabile di libeccio. In questo frangente sono attese piogge intense sulla nostra regione, a partire dai settori costieri, dove gli accumuli localmente raggiungeranno o supereranno i 50 mm. Poi il flusso di libeccio genererà anche un marcato effetto stau, con un’intensificazione dei fenomeni sulle aree sopravento dei rilievi del medio e basso Lazio.

Il peggioramento sarà accompagnato da un progressivo aumento della ventilazione al suolo. Si raggiungeranno raffiche di 60-70 km/h  domenica 3 novembre (localmente anche oltre, ad esempio sui crinali), specialmente sulle coste e sul Viterbese. Atteso anche un significativo aumento del moto ondoso, fino a 3-4 metri di onda significativa. Sono dunque da attendersi mareggiate lungo le coste esposte.

Durante la mattina di domenica 3 novembre, le piogge continueranno a bagnare la nostra regione, ma in maniera più disomogenea. Ancora una volta saranno più colpiti i settori costieri ed il medio-basso Lazio, con rovesci localmente intensi. Poi attenzione nuovamente al tardo pomeriggio di domenica e fino a lunedì: il transito del nocciolo freddo in quota produrrà una nuova intensa fase di maltempo, con rovesci e temporali estesi a tutta la regione (non saranno escluse grandinate). Accumuli significativi ancora una volta sul basso Lazio, con reiterato effetto stau sui rilievi. I fenomeni saranno in assorbimento solo dalla notte successiva, quando avremo anche un modesto calo termico. 

Piogge cumulate nelle prossime 36 ore per il modello ICON
FASE DI ATTENZIONE

Si apre dunque una fase di attenzione per possibili criticità idrogeologiche, a causa degli elevati quantitativi di pioggia attesi tra la serata di oggi e le successive 36 ore. Si potranno raggiungere i 100-150 mm sul basso Lazio, nelle zone esposte all’effetto stau. Altrove accumuli generalmente moderati o elevati, spesso oltre i 60 mm. Si tratterà dunque di un peggioramento prolungato ed intenso. Nel pomeriggio vi daremo ragguagli sul bollettino della PC.

 

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su una radio romama. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.