Risveglio invernale per il Lazio: webcam e temperature minime

Al mattino dell’11 dicembre le temperature sono scese di parecchio specie sulle zone montane e le webcam regalano le prime immagini “invernali” della stagione

Dopo il passaggio di questa prima rapida perturbazione, ci ritroviamo i primi valori fortemente negativi della stagione invernale sulle zone montane: dalla nostra stazione del Monte Terminillo – Rifugio Sebastiani è stata registrata una temperatura minima di ben -6.7°C; anche a Campo Staffi la temperatura è arrivata a -5.8°C, mentre il valico di Forca d’Acero ha sfiorato i -4°C! Ai Pratoni del Vivaro a pochi passi da Roma la colonnina di mercurio si è abbassata notevolmente, registrando una temperatura minima di -5.2°C. Valori finalmente in media con il periodo, che hanno tardato ad arrivare dopo un inizio del mese in sordina. Altrove abbiamo registrato minime ad una cifra, con valori pressi allo zero specialmente sulle vallate e sulle zone di campagna.

Le temperature minime del Lazio dell’11 dicembre 2019

Nonostante questa saccatura provenisse dai quadranti orientali, la neve si è posata sulle cime delle montagne Reatine con accumuli esigui (a differenza dell’Abruzzo e del Molise che sono più esposti e favoriti a queste correnti durante il periodo invernale). Ecco alcuni degli scatti webcam più eloquenti di questa giornata:

 

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e Tecnico Meteorologo certificato DEKRA da Settembre 2019. Ha studiato ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi Roma Tre e ha fondato la pagina Social di Meteo Lazio a Novembre del 2014, ideandola come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi nonché freddofilo, ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Avatar
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.