Centinaia di alberi caduti su tutto il Lazio: ecco i primi dati

Situazione davvero pesante sulla nostra regione dove gli alberi sono caduti a centinaia specie sulle zone del litorale; il vento continuerà a soffiare impetuoso nelle prossime ore

Come previsto la perturbazione di questa domenica 22 dicembre ha dato adito a forti venti ed un passaggio temporalesco molto intenso che si è manifestato intorno alle 5.00 di mattina. Il fronte (sospinto da correnti occidentali, capitanate da un minimo depressionario che attualmente presenta una pressione di 981 hPa circa) ha scaricato ingenti quantità di pioggia in poco tempo, con picchi fino a 200 mm/h ma non è stato l’artefice dei danni principali che sono stati riportati sul Lazio. Infatti è a causa del vento di burrasca forte/fortissima che sono stati segnalati decine di alberi (per lo più pini marittimi) caduti.

I dati della nostra rete di stazioni sono piuttosto eloquenti. Vi riportiamo i valori di raffica massima parziali più elevati (dati delle 11.00):

  • Campo Staffi 136,8 km/h
  • Terminillo – Rif. Sebastiani 132 km/h
  • Ostia Lido 120,6 km/h
  • Castellonorato Di Formia 115,5 km/h 
  • Anzio Ponente 103 km/h
  • Roma – Bravetta 101,4 km/h
  • Gradoli 96,3 km/h
  • Bolsena 94,5 km/h
  • Roma – Ottavia 93,3 km/h
  • Lago di Canterno – Trivigliano 92,9 km/h
  • Vicovaro 90,7 km/h
  • Terracina – Borgo Hermada 90,2 km/h
  • Valentano 90,2 km/h

COSA ASPETTARCI NELLE PROSSIME ORE?

Nel corso della giornata del 22 dicembre i venti saranno ancora molto tesi con raffiche fino a 70-80 km/h sul litorale del medio-alto Lazio, ancora fino a 100 km/h sulle coste del basso Lazio. Le piogge saranno confinate alle zone interne con fenomeni duraturi sui rilievi Appenninici grazie all’effetto stau. Solo da stasera i venti potranno iniziare a calare, ma fino a quel momento vi invitiamo ad essere prudenti e a seguire le direttive del vostro Comune di appartenenza. Per tutti i prossimi aggiornamenti seguite la nostra pagina Facebook!

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e Tecnico Meteorologo certificato DEKRA da Settembre 2019. Ha studiato ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi Roma Tre e ha fondato la pagina Social di Meteo Lazio a Novembre del 2014, ideandola come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi nonché freddofilo, ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.