Una saccatura dal nord Atlantico si sposterà verso l’Europa centrale coinvolgendo anche il Mediterraneo, con tempo perturbato e aria fredda proveniente dalle latitudini più settentrionali

Correnti perturbate stanno per portare un cambio d’aria molto atteso nelle nostre città, vittime da diversi giorni dello smog, favorito dalle forti e durature condizioni anticicloniche.

Sarà un week-end dinamico, caratterizzato dal transito di una perturbazione che, pur non risultando molto intensa, porterà comunque i suoi vantaggiosi effetti. Già in queste ore le prime piogge sono arrivate sulle regioni nord-occidentali ed un graduale aumento della nuvolosità sta interessando la nostra regione; si tratta di velature che, nel corso della notte, lasceranno spazio a una nuvolosità più corposa e compatta. Ci attendiamo piogge da sparse a diffuse per gran parte della giornata di domani, associate ad un diffuso abbassamento delle temperature, in particolar modo nei valori massimi, che favoriranno nevicate sulle nostre montagne, generalmente oltre i 1200 metri; la situazione tenderà a migliorare poi dalla sera quando affluirà, sui nostri territori, aria più fredda.

Domenica le condizioni atmosferiche tenderanno a migliorare, con schiarite ampie specie lungo la costa e sulle pianure; nelle zone interne ed appenniniche invece permarrà, in particolar modo nella prima parte della giornata, una nuvolosità irregolare e spesso compatta associata a fenomeni precipitativi sparsi, nevosi oltre gli 800 metri, localmente più in basso sui settori Appenninici più orientali e durante gli scrosci più intensi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.