La saccatura in evoluzione a goccia fredda verso la Penisola Balcanica ha lambito i comparti centro-meridionali peninsulari inducendo una riduzione delle temperature. Non sono mancate le prime precipitazioni a carattere nevoso oltre gli 800 metri di quota, gli ultimi aggiornamenti:

Dalla tarda sera di ieri (martedì 04 febbraio) abbiamo registrato su quasi tutte le stazioni meteorologiche della nostra rete di monitoraggio un notevole calo termico.

Dando uno sguardo ai dati rilevati dalle stazioni situate nell’entroterra possiamo constatare come le variazioni delle temperature nelle ultime 24 ore siano state di ben 10°C rispetto ai giorni scorsi.

Proprio nei giorni scorsi la progressiva presenza di una circolazione anticiclonica garantiva un’atmosfera temperata e stabile, con correnti più miti dall’Atlantico e temperature alquanto elevate per il periodo.

L’approfondimento della saccatura dal Nord-Europa, unitamente allo scorrimento di flussi più freddi di origine polare nei bassi strati, ha implicato difatti dalla sera di martedì 04 e le prime ore di mercoledì 05 febbraio un abbassamento delle temperature ritornate nella media stagionale.

Eloquenti i dati registrati dalla stazione meteorologica sul Monte Terminillo (1825 metri), luogo in cui tuttora sono in corso deboli precipitazioni nevose. Molto rilevante il tracollo termico di 17°C, con  la temperatura minima preminente di -7.2°C.

In allegato tutte le temperature rilevate dalla rete di monitoraggio Meteo Lazio

Temperature minime più fredde sulla Provincia di Viterbo:

  • Viterbo località Bagni (quota 274 m.) -0.9°C
  • Monte Rufeno (quota 734 m) 0.2°C
  • Tarquinia Lido (quota 10 m) 0.4°C
  • Villa San Giovanni in Tuscia (quota 350 m) 0.9°C

 

Temperature minime più fredde sulla Provincia di Rieti:

  • Terminillo – Rif. Sebastiani (quota 1825 m) -7.2°C
  • Civitella – Valle del Salto (quota 618 m) -3.1°C
  • Piana di Corvaro (quota 800 m) -1.5°C
  • Leonessa – località Vallunga (quota 880 m) -0.9°C

 

Temperature minime più fredde sulla Provincia di Roma:

  • Monte Guadagnolo (quota 1192 m) -1.8°C
  • Marino – Santa Maria delle Mole (quota 124 m) -0.7°C
  • Rocca di Papa – Campi Di Annibale (quota 800 m) -0.3°C
  • Rocca Priora (quota 700 m) -0.1°C
  • Gorga (quota 810 m) -0.1°C

 

Temperature minime più fredde sulla Provincia di Frosinone:

  • Valico di Forca d’Acero (quota 1538 m) -6.2°C
  • Campo Staffi – Rif. Viperella (quota 1810 m) -6.7°C
  • Campocatino (quota 1802 m) -5.3°C
  • Isola Del Liri (quota 265 m) -2.2°C

 

Temperature minime più fredde sulla Provincia di Latina:

  • Norma (quota 550 m) 4.1°C
  • Campo di Carne (quota 73 m) 4.1°C
  • Sezze – Piagge Marine (quota 310 m) 5.4°C
  • Latina Nord (quota 13 m) 5.5°C

 

AGGIORNAMENTI METEO PER IL LAZIO:

Dalla sera di mercoledì 05 febbraio si prevede l’ingresso di un secondo impulso più freddo e consistente nei medio-bassi strati troposferici, che permetterà l’asserimento dello zero termico a quote relativamente più basse tra i 500 e i 600 metri.

L’atmosfera si dimostrerà ancora fredda e secca con assenza di precipitazioni di rilievo, fatta eccezione degli estremi settori orientali della Regione, dove non si escludono isolati e brevi fenomeni nevosi da sfondamento appenninico.

Dal pomeriggio di giovedì 06 febbraio inizierà una graduale rimonta anticiclonica, cominceranno ad aumentare lievemente le temperature con una mitigazione della ventilazione settentrionale.

Per maggiori dettagli vi ricordiamo il nowcasting sempre attivo sulla nostra Pagina Facebook, con continui aggiornamenti sulle condizioni meteorologiche in atto su tutta la regione.

Potete interagire con noi, inviandoci semplicemente le vostre segnalazioni meteo, oppure commentando le informazioni e prendendo parte alle discussioni, anche sul nostro Forum.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.