Il fronte perturbato nel pomeriggio di mercoledì 19 febbraio ha causato la formazione di sistemi temporaleschi localizzati di debole intensità.

Nonostante il rapido passaggio della perturbazione non sono mancate delle nevicate con accumuli al suolo sui rilievi montuosi orientali oltre i 1400-1500 metri di quota.

Ecco alcune immagini webcam recuperate dalla nostra rete di stazioni meteorologiche:

Campocatino 1802 metri di quota:

 

Forca d’Acero 1538 metri di quota:

 

Campo Staffi – Rifugio Viperella 1810 metri di quota:

Altre foto da Campo Staffi di Maurizio Meleddu:

Gli accumuli di neve al suolo registrati a Campo Staffi hanno raggiunto i cinque centimetri.

 

 

 

Inoltre delle segnalazioni ci giungono anche dalla Provincia di Roma, precisamente da Monte Livata (1400 metri) – foto di Emanuele Latini:

La neve non è mancata neppure sui Monti Reatini –Terminillo (1600 metri) con due ultime foto scattate da Clelia Cesarini:

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.