Qualche centimetro di neve tardiva si è posato stanotte su alcune località montane del Lazio; nuovi fenomeni attesi nel pomeriggio, con possibilità di temporali

Stanotte qualche centimetro di neve si è aggiunto a quella precedentemente martoriata da un prefrontale d’aria calda che ha fatto schizzare nei giorni scorsi la quota neve oltre i 2400 metri. In questa occasione, le precipitazioni favorite da una circolazione prevalentemente sud-occidentale si sono prolungate sulle località montane della nostra regione; le nevicate hanno fatto ritorno su Monte Livata, sulle pendici del Terminillo, a Campo Staffi, Campocatino e al Valico di Forca d’Acero dove possiamo apprezzare quanto accaduto:

ULTIMI FENOMENI NEVOSI NEL POMERIGGIO ODIERNO

Nel pomeriggio di questo Sabato 07 Marzo, grazie alla reiterata presenza di un minimo di bassa pressione sul basso Tirreno, potrà nevicare di nuovo sulle suddette località: la depressione richiamerà ulteriore aria fredda e umida che dalle ore centrali della giornata potrà generare rovesci anche a carattere grandinigeno, nevicate sopra i 1200-1400 metri e temporali sparsi. Questo sarà l’ultimo scampolo di questa prolungata fase perturbata, che lascerà spazio ad un graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche nel corso della settimana.

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e Tecnico Meteorologo certificato DEKRA da Settembre 2019. Ha studiato ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi Roma Tre e ha fondato la pagina Social di Meteo Lazio a Novembre del 2014, ideandola come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi nonché freddofilo, ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Avatar
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.