Gli ultimi AGGIORNAMENTI e MAPPA NEVE delle zone coinvolte

Da questa notte e le prime ore di domani mattina (giovedì 26 marzo) il Lazio sarà interessato da una nuova perturbazione in arrivo da Sud-Ovest, con il ritorno delle nevicate.

Il transito di questa nuova onda depressionaria determinerà un ritorno delle precipitazioni da debole a moderata intensità su gran parte del territorio regionale.

Le precipitazioni, da questa notte e le prime ore di domani mattina, potranno assumere carattere nevoso al disopra dei 400 metri di quota, con possibili eventi di acquaneve perfino a quote collinari dai 200-300 metri nelle zone interne più orientali.

N.B. La mappa è da considerarsi una ricostruzione grafica di tipo “qualitativo” sulla base delle nostre conoscenze dell’orografia laziale e sulle ultime emissioni modellistiche prese in analisi

Iniziando dal settentrione sono previste delle nevicate sull’Alta Tuscia Viterbese (Monti della Tolfa, Monti Cimini e Monti Volsini) fino all’estremo Nord del Lazio, luogo in cui è situato il Comune di Acquapendente.

Non mancheranno delle nevicate intermittenti sulla Provincia di Rieti, a iniziare dalle zone prospicienti ai Monti Sabini dai 300-400 metri, con rovesci nevosi in estensione fino alle località interne del Reatino.

Si prevedono altresì delle nevicate ugualmente deboli e intermittenti sulla Provincia di Roma tra: Castelli Romani, Monti Prenestini e Alta Valle dell’Aniene.

Le quote potranno variare a seconda dell’intensità delle precipitazioni specialmente sulle zone collinari dove potranno localmente spingersi anche 200 metri più in basso.

 

 

MAPPA CON ACCUMULI DI NEVE STIMATI AL SUOLO FINO A GIOVEDÌ 26 MARZO 2020

Gli accumuli al suolo risulteranno generalmente deboli. Mentre localmente moderati potranno risultare sulle fasce pedemontane più orientali della Provincia di Rieti, Alta Ciociaria e Le Mainarde oltre i 900-1000 metri di quota.

PREVISIONI PER IL LAZIO MERIDIONALE

Inoltre deboli rovesci di neve potrebbero verificarsi anche sulla Provincia di Latina, soprattutto lungo le creste dei Monti Lepini e Ausoni oltre i 600 metri di quota, con possibili sconfinamenti di acquaneve sulle sezioni vallive submontane dei Monti Aurunci e su tutta la Provincia di Frosinone.

Specialmente sulla Provincia di Frosinone, dalla notte di oggi (mercoledì 25 marzo) e le primissime ore di domani (giovedì 26 marzo), poiché le temperature potranno ancora asserirsi su valori molto vicini allo zero termico.

 

 

Continueremo a monitorare la situazione in tempo reale, pertanto v’invitiamo a consultare assiduamente la nostra Pagina Facebook, in costante aggiornamento attraverso il nowcasting meteorologico per il Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.