Una perturbazione atlantica, inserita in una saccatura in “affondo” dalla Francia verso il Mediterraneo Centrale, interesserà gran parte della Penisola (e quindi anche la nostra regione) tra Giovedì e Venerdì.

La perturbazione atlantica piuttosto intensa darà i sui effetti sul Lazio tra domani e dopodomani e in particolare tra Giovedì 04 Giugno sera e Venerdì 05 mattina quando è previsto il transito del fronte freddo. Ma andiamo con ordine e entriamo più nel dettaglio:

Giovedì il tempo andrà peggiorando con il transito, dapprima di nubi alte al mattino, seguite poi da schiarite al primo pomeriggio e da un nuovo, e più consistente, aumento della nuvolosità tra il tardo pomeriggio e la sera. La giornata vedrà in progressivo aumento del vento di Scirocco che sarà forte dal pomeriggio a partire dalla costa; il mare tenderà a diventare prima mosso e poi molto mosso dalla sera; le temperature, stante il flusso di correnti meridionali, aumenteranno nei valori minimi, mentre le massime non subiranno variazioni significative. In serata, come detto, la nuvolosità andrà ad aumentare e con essa arriveranno le prime piogge sui settori settentrionali anche a carattere di rovescio e temporale sul Viterbese, il Braccianese e la Maremma Laziale mentre piovaschi inizieranno ad interessare la costa e i settori centrali (Roma).

Tra la notte e il mattino ci attendiamo il transito di due distinti fronti temporaleschi:

  • il primo sarà quello che si svilupperà, come detto prima, essenzialmente sul Viterbese e che andrà ad interessare la Valle del Tevere, la Sabina e poi un po’ tutta la Provincia di Rieti ma probabilmente anche Roma, i Castelli Romani e i settori orientali della provincia (Guidonia, Tivoli, Valle dell’Aniene);
  • il secondo si svilupperà successivamente in tarda nottata e al primo mattino quando dei temporali marittimi si porteranno da dalla costa (tra Anzio/Nettuno e il Circeo) verso l’Agro Pontino e, poi, sulla Ciociaria, sul Golfo di Gaeta e tra Sorano e Cassinate in mattinata.

Sulle altre zone non si esclude, comunque, una rapida passata di rovesci in tarda serata e nella notte.

 

 

Venerdì, intanto, lo Scirocco avrà lasciato spazio a correnti più fresche di Libeccio/Ponente, a seguito del fronte freddo, che favoriranno ancora piogge per gran parte della giornata a ridosso dei rilievi più esposti a tali  venti e ancora rovesci isolati sulle vicine pianure mentre a partire dalla costa centro-settentrionale della regione si assisterà ad un generale rasserenamento del cielo specie dal pomeriggio. Le temperature subiranno un deciso calo e la ventilazione sarà ancora sostenuta fino a sera con il mare che risulterà molto mosso o agitato.

 

 

A seguire è possibile il transito di una seconda perturbazione nella seconada parte della giornata di domenica, o al più tardi nella giornata di Lunedì, ma ci ritorneremo con maggiori dettagli nei prossimi aggiornamenti. (G.G.)

Gianluca Giorgi

Classe 1991; nato, cresciuto e, tuttora residente, sul Litorale Romano. Fin da piccolo appassionato di meteorologia e di fenomeni naturali. Osserva e studia il tempo e il clima della costa da diversi anni (misurazione di pioggia, temperature e vento). Collabora con Meteo Lazio sin dalla sua nascita con il suo consueto bollettino meteorologico del mattino.

Gianluca Giorgi
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.