MALTEMPO NEL LAZIO: temporali, trombe d’aria e grandine [FOTO E VIDEO]

Pubblichiamo il resoconto di una mattinata movimentata nel Lazio, a seguito delle avverse condizioni meteorologiche

L’ingresso di una goccia fredda in quota in scorrimento con un blando minimo alla mesoscala sul Mar Tirreno centrale ha consentito un aumento significativo dell’instabilità atmosferica sulle sezioni centro-meridionali della penisola, sezioni dove tuttora sono in corso dei temporali localmente forti.

Durante la mattina di sabato 04 luglio 2020 alle ore 08:30 circa un sistema temporalesco multicellulare di moderata intensità ha determinato la formazione di due trombe marine poco al largo di Sperlonga (Provincia di Latina).

Uno dei vortici si è spinto in prossimità della costa, con landfall registrato proprio in corrispondenza della prima spiaggia del litorale, laddove sono stati registrati diversi danni a uno degli stabilimenti balneari in Via Salette esattamente in accosto al Lido l’Oasi.

Esaminando i dati, le immagini e i filmati intercorsi nella rete, anche grazie alle plurime testimonianze dei residenti del luogo, è possibile confermare con certezza che i due fenomeni di tromba marina sono stati generati da un unico cumulocongesto.

Eventi meteorologici avversi di questo genere assolutamente non sono rari dalle nostre parti e nella maggioranza delle volte si delineano deboli, rispetto ovviamente a un vortice di natura mesociclonica, generato contrariamente da un sistema temporalesco più complesso e con intensità molto più ragguardevoli.

Nei bassi strati troposferici l’aria risultava assai umida e soprattutto calda, di conseguenza le correnti ascensionali alla base della nube temporalesca hanno molto facilmente guadagnato vorticità, permettendo la maturazione del turbine, per di più non ostacolata considerando che si trovava sulla superficie del mare.

 

IN ALLEGATO TUTTA LA GALLERY IN SLIDESHOW CON I DANNI REGISTRATI (click sulle immagini per aprire)

 

Si ringrazia la pagina Meteo Fondi, per aver collaborato alla raccolta delle immagini, grazie alle quali è stato possibile quantificare inizialmente il numero totale dei vortici, ma prima di tutto i danni osservati e segnalati.

 

<< VIDEO COMPLETO RAVVICINATO DELLA TROMBA D’ARIA >>

 

Segnaliamo  un rovescio grandinigeno che ha coinvolto il Terminillo a Sella di Leonessa (RI) a quota 1890 metri nell’Appennino centrale con accumulo al suolo.

 

Chicchi di grandine ci vengono segnalati perfino dalla Capitale (zona Tuscolana), con un rovescio grandinigeno durato all’incirca cinque minuti dalle ore 12:15 (diametro stimato dei chicchi 10-15 mm) – Foto e video di Fabio Beretta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.