L’estate entra sempre più nel vivo. Siamo ormai nella seconda settimana del mese di Luglio e statisticamente ci si avvicina sempre più al periodo più caldo e stabile della stagione. L’Estate 2020, per il momento, si sta presentando calda ma senza eccessi e pare, che almeno per questa settimana, la situazione non cambierà molto.

La seconda settimana di Luglio presenterà una situazione nel complesso stabile sull’Europa Centro-Occidentale e sul Mediterraneo Centro-Occidentale per il connubio tra Anticiclone delle Azzorre, disteso dall’Atlantico fino al Continente, e un contributo Nord Africano che si fa sentire soprattutto sulla Penisola Iberica e il Mediterraneo Occidentale.
Un flusso di correnti Nord Atlantiche interessa, invece, le Isole Britanniche e la Scandinavia per poi piegare verso i settori Centro-Orientali del Continente, sui Balcani e a tratti fin sul Mediterraneo Orientale con temperature più fresche e transito di perturbazioni.

Situazione a livello barico e di geopoteziali prevista per la prossima notte dal Modello ECMWF. Si nota la vasta area di alta pressione di matrice azzorriana che si estende dall’Atlantico fino alla Francia e un promontorio Nord africano che si espande fino alla Penisola Iberica. L’Italia si trova nel mezzo tra due circoalzioni atmosferiche ma nel complesso la curvatura delle correnti è anticiclonica. Fonte: Meteociel.

L’Italia quindi si troverà in gran parte protetta dall’alta pressione salvo alcune aree che saranno lambite dal transito di queste perturbazioni. In particolare, una perturbazione interesserà nelle prossime 12 ore il settore alpino, il Nord-Est e l’Alto Adriatico con temporali seguiti anche da forti venti che apporteranno aria più fresca soprattutto sul Nord e lungo l’Adriatico mentre sulle Isole Maggiori sul Tirreno e al Sud la situazione resterà pressoché identica e con solo qualche annullamento e rinforzo del vento in alcuni casi. Un’altra perturbazione è attesa probabilmente per il prossimo fine settimana sul Settentrione e forse avrà dei riflessi anche sull’Appennino e sul Medio Adriatico mentre altrove il tempo resterà stabile e moderatamente caldo per la stagione.

La situazione termica a circa 1500m prevista per Sabato dal Modello ECMWF. Caldo in intensificazione sul Mediteraneo mentre si nota una nuova discesa di aria più fredda aldilà dele Alpi che probabilmente lambirà il Nord e l’Adriatico per dirigersi poi sui Balcani. Fonte: Meteociel.

Sul Lazio, quindi, si prevede un tempo nel complesso stabile per tutta la settimana. Avremo giornate soleggiate, moderatamente calde e con ventilazione debole e a regime di brezza. Da segnalare un possibile rinforzo della ventilazione da Est o Nord-Est da stanotte, e fino a domani pomeriggio, sui settori più settentrionali della regione (Viterbese e Maremma Laziale) meno protetti dall’Appennino Abruzzese in questi casi, così come a largo, in direzione delle Isole Pontine, nel corso della giornata di domani per venti orientali provenienti dalle valli dell’Appennino Campano, sempre domani non si escludono annuvolamenti, dapprima, sui settori appenninici di confine e poi sulle zone interne e sui rilievi centro-meridionali della regione ma con bassa probabilità di precipitazioni mentre le temperature massime potrebbero perdere, al più, un paio di gradi. Da Mercoledì e fino a Venerdì tempo stabile e, se escludiamo le minime di mercoledì mattina che subiranno una modesta diminuzione, con temperature in progressivo aumento e possibili punte anche di 35-36°C sulle pianure interne e nelle grandi aree urbane.

Il prossimo fine settimana, ad oggi, sembrerebbe ancora stabile e caldo  (con ancora punte superiori a 34°C) ad eccezione di qualche temporale pomeridiano sui settori appenninici, ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti. (G.G.)

Gianluca Giorgi

Classe 1991; nato, cresciuto e, tuttora residente, sul Litorale Romano. Fin da piccolo appassionato di meteorologia e di fenomeni naturali. Osserva e studia il tempo e il clima della costa da diversi anni (misurazione di pioggia, temperature e vento). Collabora con Meteo Lazio sin dalla sua nascita con il suo consueto bollettino meteorologico del mattino.

Gianluca Giorgi
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.