EMERGENZA ONDATA DI CALDO, tutti i DETTAGLI per il LAZIO

Prosegue l’aumento termico, con un’ondata di calore che si farà più accentuata nei prossimi giorni

Le immagini del satellite ci mostrano gran parte del Mediterraneo, incluse le nostre sezioni regionali, sgombro da nubi significative. A questo scenario corrispondono sul Mediterraneo occidentale flussi meridionali, che una volta affluiti a ridosso della superficie marina raggiungono il Mar Tirreno e il Lazio.

Tale configurazione inoltre determina al suolo un campo barico molto elevato su tutto il Mar Tirreno centrale, con una ventilazione quasi debole o assente sulle zone più interne, mentre deboli brezze potrebbero prevalere in attiguità dei bacini costieri.

Almeno fino al fine settimana il campo alto-pressorio non sarà disturbato, pertanto le temperature resteranno molto elevate superiori ai 38°C in alcune località, con il proseguimento dell’ondata di caldo.

Il Sistema Nazionale di Previsione delle ondate di calore ha valutato nell’ultimo aggiornamento effettuato in data 29 luglio 2020 un livello di rischio massimo 3 a Frosinone, Rieti e Roma, sarà valido invece un livello di rischio 2 a Latina e Viterbo.

 

Il livello di rischio 3 indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche.

Tanto più prolungata è l’ondata di calore, tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute.

Per tutto ciò si sconsiglia l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra le 11:00 e le 18:00).

BOLLETTINO PER FROSINONE

BOLLETTINO PER LATINA

BOLLETTINO PER RIETI

BOLLETTINO PER ROMA

BOLLETTINO PER VITERBO

Maggiori dettagli sui livelli di rischio e cosa fare sono disponibili sul seguente link >>

Fonte: www.salute.gov.it

 

In allegato rilasciamo le mappe con le temperature massime stimate nel Lazio fino a venerdì 31 luglio 2020 (click sulle immagini per aprire slideshow)

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.