Prima PERTURBAZIONE di AGOSTO, CROLLO TERMICO di 10 gradi

Nei primi giorni della settimana vedremo il passaggio di una perturbazione con un calo generalizzato delle temperature, ma durerà veramente poco

 

Il dominio dell’alta pressione nei prossimi giorni tenderà temporaneamente ad affievolirsi, per via del transito di una prima perturbazione di origine atlantica di questo mese.

Le temperature conseguentemente tenderanno a diminuire, anche di 8-10°C, portandosi nuovamente in linea con la media del periodo o leggermente al disotto.

L’ingresso del fronte freddo farà aumentare l’instabilità con un possibile ritorno dei temporali.

Sulle sezioni centro-meridionali dell’Italia persiste ancora un debole campo di alta pressione, con un fronte freddo entrante da Nord-Ovest e in spostamento nelle prossime ore verso l’Italia centrale.

Da martedì 04 agosto la zona frontale illustrata nell’immagine sovrastante lambirà il Mar Tirreno e il Lazio, dove si registreranno precipitazioni temporalesche, che interesseranno più incisivamente le aree più interne del Reatino e dell’Appennino centrale, luoghi in cui si avrà con una buona probabilità una maggior incidenza dei temporali localmente forti e organizzati.

Sul resto della regione le precipitazioni saranno piuttosto limitate a qualche isolato temporale, che dovrebbe interessare le aree Nord-orientali della Provincia di Roma e più limitatamente la Provincia di Latina e le località interne del Frusinate, specialmente durante le ore notturne di martedì e le primissime ore di mercoledì 05 agosto, quando dei nuclei temporaleschi potrebbero svilupparsi poco al largo del Lazio meridionale, tra l’Arcipelago delle Isole Pontine e il Golfo di Gaeta.

Aumenterà perfino il moto ondoso dei mari, con i bacini tirrenici centrali e meridionali che risulteranno da mossi a molto mossi, insieme alla ventilazione in rinforzo e rotazione dai quadranti Nord-occidentali (30-40 km/h).

Nel pomeriggio di mercoledì 05/08 il tempo si manterrà ancora instabile, in modo particolare nell’hinterland del Lazio nelle ore pomeridiane, poiché potranno svilupparsi dei temporali pomeridiani localmente forti a ridosso dei rilievi in corrispondenza dei Colli Albani, Monti Lepini e la Ciociaria nel Frusinate, dove non si può escludere un coinvolgimento delle zone pedemontane e/o pianeggianti limitrofe.

Da giovedì 07 agosto la perturbazione si sposterà risolutivamente verso la Grecia perdendo intensità, lasciando spazio un’altra volta al promontorio di alta pressione, che andrà ad irrobustirsi sulla Penisola Iberica e in seguito sul Mediterraneo occidentale, espandendosi fino al Mar Tirreno per il prossimo weekend, garantendoci complessivamente un tempo stabile e sereno, con le temperature che torneranno ad aumentare nei valori minimi e massimi.

 

Tale ipotesi richiederà prossimamente maggiori conferme, pertanto vi invitiamo a consultare i bollettini meteo giornalieri sempre aggiornati sul portale Meteo Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.