MAREGGIATE e VENTI DI BURRASCA, più FORTI tra ROMA e LATINA

Moto ondoso e vento in intensificazione generale su tutto il Lazio con raffiche burrascose

Una nuova circolazione ciclonica si avvierà da questa sera sul Mediterraneo occidentale, acconsentendo l’accesso ad una nuova perturbazione che determinerà un aumento della ventilazione tendente da scirocco a libeccio su tutti i nostri bacini tirrenici ragionali.

L’aumentare dell’intensità del vento con raffiche di burrasca dalle prime ore di giovedì 15 ottobre farà incrementare il moto ondoso dei mari, soprattutto i bacini meridionali nel basso Lazio, tra l’Agro Pontino, l’Arcipelago di Ponza ed il Golfo di Gaeta con altezza d’onda stimata a FORZA 4 della scala Douglas (1.60 ÷ 2.5 metri con mari da molto mossi ad agitati).

Come già anticipato i venti subiranno un intensificazione attraverso raffiche di burrasca che potrebbero superare i 60 km/h, in modo particolare sulle località costiere più esposte ai forti venti sinottici che precederanno l’ingresso del fronte freddo in arrivo dalla Sardegna durante la mattina di giovedì.

Risulteranno invece mossi o molto mossi i restanti bacini del Lazio più settentrionali dall’Agro Romano al Viterbese.

Seppure anche su queste aree soffieranno forti venti di scirocco tra i 40-50 km/h con raffiche >60 km/h specie quando arriveranno i primi temporali.

È tuttora in corso di validità un’allerta meteo gialla della Protezione Civile per rischio vento.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.