MALTEMPO con ALLAGAMENTI e DISAGI per le piogge abbondanti [VIDEO e FOTO]

Inizio settimana piuttosto perturbato a seguito dei temporali e degli allagamenti

La perturbazione che ha attraversato il Lazio la notte scorsa, oltre ad aver causato un abbassamento generalizzato delle temperature, ha provocato anche dei quantitativi pluviometrici giornalieri abbondanti in pochissime ore su numerose zone della regione, con picchi di pioggia giornaliera localmente superiori ai 100 mm registrati attraverso la rete di monitoraggio regionale.

Variazione di temperatura 24 ore – Meteo Lazio

 

Le piogge prefrontali hanno anticipato il fronte freddo, giunto poi in tarda serata da Nord-Ovest, rinnovando accentuatamente i rovesci a carattere temporalesco dalla Tuscia Viterbese al Lazio meridionale in tarda notte. Il sistema temporalesco organizzato è visibile dall’animazione radar nell’intervallo 17:50-19:00 ora locale in formazione poco dinanzi alle coste della Maremma laziale.

 

Nello stesso frangente dalle ore 19:00 circa degli addensamenti nuvolosi inizieranno a svilupparsi pure sul basso Lazio tra Terracina (LT) e la Piana di Fondi, luogo in cui le precipitazioni si rileveranno a carattere di nubifragio per l’intensità della pioggia >60 mm/h e accumuli pluviometrici superiori ai 30 mm con gli effetti al suolo ben evidenti dalle immagini e video in allegato

 

Via Cesetta Ugo – Fondi LT di Jonathan Lo Re

 

 

Zona San Magno nei pressi dell’ospedale – Fondi (LT)

 

 

MASSIMA INTENSITÀ DELLE PRECIPITAZIONI RILEVATA DA RADAR ALLE ORE 19:50 – LATINA

 

Nei grafici sottostanti sono riportati invece gli accumuli di pioggia registrati dalle singole stazioni meteorologiche situate nella città

Stazione meteo zona Querce – Meteo Fondi

 

Stazione meteo Centro Funzionale Regionale – Rete Meteo Lazio

 

 

Per effetto dei temporali le piogge giornaliere cumulate subiranno un aggiuntivo accrescimento un po’ su tutto il territorio (come ci dimostra la mappa interpolata con la raccolta aggiornata fino a tarda notte).

Quantitativi di pioggia abbondante vengono rilevati tra i Monti Sabatini e Cimini nel Viterbese, Castelli Romani fino alle zone più orientali e nel basso Lazio.

 

 

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.