Forte ondata di maltempo in arrivo nel Lazio, rischio di piogge abbondanti e diffuse

Novembre giunge al termine e chiudiamo questo mese con un anomalia positiva di geopotenziale (circa 5500 metri di quota) su buona parte dell’Europa centrale e l’Italia centro-settentrionale, a causa delle continue espansioni anticicloniche specie nelle prime due decadi del mese appena trascorso.

I colori che tendono dall’azzurro-blu e viola indicano anomalie negative e quindi fasi più fresche con maggior presenza di depressioni in quota che rappresentano cicli atmosferici più perturbati del normale.

 

Le tonalità dal verde al rosso ci segnalano invece anomalie positive e periodi più anticiclonici in quota, cioè quell’intervallo temporale in cui le condizioni meteorologicamente sono state contraddistinte dal tempo soleggiato e giornate più calde.

La prima metà del mese si riflette con un’anomalia di geopotenziale positiva su tutta l’Europa, rispetto alla normalità di un mese che dovrebbe essere più frequentemente depressionario con maggiori precipitazioni.

Nonostante ciò il tempo è destinato a peggiorare radicalmente dalla prima settimana di dicembre sulle regioni tirreniche e in modo particolare nel Lazio, dove ci attendiamo un periodo più dinamico e depressionario con persistenti precipitazioni e temperature più fredde.

Il primo segnale di questo cambiamento avrà inizio tra martedì primo dicembre e mercoledì 02 dicembre, quando una moderata depressione riscontrabile mediante un’anomalia negativa attraverserà tutta l’Italia centrale, con le precipitazioni che andranno ad investire le porzioni tirreniche del Lazio con accumuli pluviometrici al suolo che potranno superare ampiamente i 100 mm in 24 ore specie sul Lazio meridionale, il Frusinate e la Campania, che al momento risultano le aree maggiormente esposte al rischio delle precipitazioni almeno fino alla giornata di giovedì 03 dicembre.

Per l’andamento medio delle precipitazioni nel corso della settimana e il prossimo weekend, possiamo evidenziare i meteogrammi ENS del modello europeo ECMWF per Roma

 

AUMENTERANNO LE PRECIPITAZIONI DA DICEMBRE

Dal grafico è possibile evincere l’aumento totale delle precipitazioni in mm a intervalli di 6 ore per tutta la prima decade del mese, abbiamo utilizzato Roma come riferimento, ma questo andamento in elevazione è riscontrabile anche sulle restanti province della regione, con valori anche più alti del normale dal basso Lazio alla Campania.

 

Per quanto riguarda le nevicate sicuramente non mancheranno sui rilievi montuosi e potranno risultare abbondanti gli accumuli al suolo sull’Appennino in vista della gran quantità di pioggia in arrivo ad inizio mese.

Occorrerà però attendere ulteriori aggiornamenti per entrare nei dettagli.

Il nowcasting meteo resterà comunque attivo sulla pagina Facebook Meteo Lazio

 

 

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.