NEVE a ROMA? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Da più giorni c’è tanto fermento per l’ondata di freddo in arrivo entro il prossimo weekend.

In molti vorrebbero vedere qualche fiocco di neve apposarsi sulla Capitale o almeno a quote di bassa collina, condizioni meteorologiche permettendo.

Iniziamo dal presupposto che per prevedere i fenomeni nevosi con una buona attendibilità è opportuno aspettare almeno 24-48 ore prima dell’evento.
Ad oggi possiamo solo cimentarci in delle stime che però sono e resteranno soggette a sicure variazioni aventi una bassa affidabilità.

Per avere le neve a Roma devono esserci prima di tutto le precipitazioni e poi c’è bisogno di un marcato e costante raffreddamento atmosferico, tale da permettere alle precipitazioni di raggiungere il suolo sotto forma di neve attraversando gli strati troposferici, molto spesso variabili in prossimità del suolo a livello locale.

Non basta assolutamente una veloce irruzione artica o continentale, considerando altresì la complessa conformazione orografica della nostra regione e la posizione stessa della Capitale.

 

Negli ultimi anni, ricordando le storiche ondate molto fredde o di gelo, abbiamo avuto le nevicate con l’intervento di molteplici fattori non sempre concomitanti.
Ad esempio la presenza di aria molto fredda e secca continentale in simultaneità di flussi di origine artica dalla Valle del Rodano verso il Mar Mediterraneo, con l’avviamento di una ciclogenesi sottovento sul Mar Ligure oppure a ridosso del Mar Tirreno.
Conseguentemente a ciò non sono mancate le precipitazioni con temperature vicinissime ai 0°C per più tempo.

 

NEVICHERÀ A ROMA?

Stando alle ultime simulazioni del modello ad alta risoluzione sviluppato dalla MeteoCenter per Meteo Lazio, possiamo notare che l’aria più fredda riscontrabile dalle isoterme tendenti al verde e blu difficilmente riusciranno a valicare la dorsale appenninica e/o sub-appenninica spronandosi sulle pianure, con un raffreddamento non tra i migliori per avere delle nevicate a quote pianeggianti nel Lazio in pieno giorno.

Lo scenario sarà aggiornato e leggermente ridimensionato nelle prossime elaborazioni, ma comunque la momento non ci sono i presupposti per delle nevicate in pianura.
Arriverà sicuramente aria fredda e coerentemente porterà un abbassamento delle temperature, con minime notturne che in caso di inversioni termiche marcate potrebbero spingersi sotto i 0°C con rischi maggiormente riconducibili al gelicidio in presenza di precipitazioni.

Per un aspetto teniamo in conto che una nevicata in pianura nel Lazio potrebbe causare non pochi disagi nelle aree urbane, si pensi ai: mezzi di trasporto, alla circolazione, servizi di rete energetica e non solo.
L’inverno è ancora lungo!

 

Foto di repertorio tratte dalla pagina “PER TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO LA NEVE A ROMA” da questa settimana in assidua collaborazione con Meteo Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.