NEVE a ROMA e pianure del LAZIO: tre anni dalla nevicata del 26-27 febbraio 2018 [VIDEO]

Sono passati esattamente tre anni da una delle tante memorabili nevicate che hanno coinvolto la nostra bellissima Capitale.

Correva l’anno 2018 quando il 26 febbraio una saccatura colma di aria gelida artica inizia a subentrare a ridosso dell’Italia centrale.
Seguita da correnti Sud-orientali più umide in prossimità del suolo a causa di una depressione mediterranea ciclonica avviatasi poco al largo del Lazio e della Campania.

Lo scenario meteo in quel periodo era alquanto complesso e imprevedibile: non era molto a chiara l’esatta collocazione degli eventi nevosi e soprattutto fin dove si sarebbero spinti o addirittura verificati.

Dal primo mattino i fiocchi cominciarono a cadere dall’uscita Testa di Lepre – Maccarese, proseguendo per: Fregene, Breccia, via della Muratella, Maccarese Stazione, Maccarese, via di Praia a Mare, Lido di Maccarese – Fregene depositandosi al suolo sulla spiaggia.

Accumuli puntualmente superiori ai 10-15 cm
Gli accumuli riguardarono in primo luogo le aree municipali.

Man mano che l’apporto freddo diveniva sempre più consistente iniziarono ad imbiancarsi per bene anche le zone pianeggianti.
Gli accumuli superarono ampiamente i 10 cm a causa di una vera e propria bufera di neve.

Imbiancate: Roma ovest, il Lungotevere, Piazza Venezia, Teatro Marcello, Circo Massimo, Colosseo, Via Cristoforo Colombo e la zona EUR.

Sulle stesse aree localmente si arrivavano a toccare i 15 cm.

Tutti i momenti più spettacolari sono racchiusi in questo video realizzato dallo Staff di Meteo Lazio:

 

Il secondo giorno (martedì 27 febbraio 2018) un secondo passaggio instabile e del tutto imprevedibile riguardò le coste meridionali del Golfo di Gaeta (LT), imbiancando buona parte del Casertano compresa la Piana del Volturno e il centro di Napoli.

 

Golfo di Gaeta (LT) completamente imbiancato da un rovescio debole di neve la mattina del 27 febbraio

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.