✅ CONFERMATA la caduta del METEORITE avvistato il 15 MARZO sui cieli di ROMA

Possibili ritrovamenti di piccoli frammenti al confine con la nostra regione.

Sembrava impossibile invece gli esperti del PRISMA (Prima Rete per la Sorveglianza sistematica di Meteore in Atmosfera) dopo uno studio approfondito del caso attraverso dei risultati preliminari sono riusciti ad individuare il possibile punto d’impatto del bolide avvisato lo scorso 15 marzo sui cieli della Capitale mediante delle webcam della rete meteorologica Meteo Lazio.

Il meteorite è caduto in Molise

In base ai dati osservativi su tutta l’’Italia centro meridionale il bolide ha dato luogo alla caduta di un frammento di meteorite in località Temennotte presso il comune di Sant’Angelo (IS) in Molise.

Il bolide al contatto con l’atmosfera terrestre e risente molto dell’attrito che tende leggermente a rallentarlo fino a vaporizzarlo del tutto nel caso di frammenti assai piccoli.

Durante la caduta il cielo s’illumina con delle colorazioni dal rosso tendenti al verdastro lasciando spesso per pochissimi secondi una bellissima scia luminosa nel cielo.

Si presume infatti che quest’ultimo piccolo meteorite abbia raggiunto il suolo.
Dove bisognerà cercare esattamente?
Rappresentazione tridimensionale della traiettoria del bolide, da cui si nota l’alto angolo d’inclinazione, vicino ad 80 gradi rispetto all’orizzonte. Fonte: Prisma.inaf.it

 

Gli esperti del PRISMA affermano che occorre considerare il disturbo dell’atmosfera: quando il bolide cessa di essere visibile se qualcosa è sopravvissuto all’attraversamento dell’atmosfera inizia la fase del cosiddetto “volo buio” durante la quale sono i venti presenti in quel momento in quella località a farla da padrone. Gli esperti di Prisma hanno quindi dovuto cercare di risalire alle condizioni atmosferiche presenti la sera del 15 marzo e hanno verificato che attorno ai 10 km di quota c’era un vento da nord-ovest di circa 100 km/h che ha spinto sicuramente indietro e lateralmente il meteoroide nella fase di volo buio rispetto alla traiettoria osservata nella fase luminosa. Anche se si sta ancora cercando di raffinare i dati del vento presente attorno ai 20 km di quota, la probabile area di caduta dovrebbe trovarsi in prossimità della piccola frazione di Temennotte a 5 km a sud-ovest di Isernia e a due passi dalla SS85. Va considerata un’incertezza laterale di circa 300 m e di 500 m, avanti e indietro, per ciascun centro. Ovviamente gli esperti di Prisma proseguono nei loro calcoli cercando di raffinarli sempre di più. Ma già secondo questa prima stima gli eventuali frammenti più piccoli – che potrebbero avere dimensioni comprese fra i 2 e i 4 cmsarebbero caduti alcuni km più a sud in una zona impervia e boscosa, quindi sarebbero molto difficili da recuperare ma mai dire mai.

Di seguito l’area di probabile caduta nella mappa ricavata da Google Earth:

 

Fortunati coloro che riusciranno a trovare questi frammenti.

Meteo Lazio

Previsioni meteo, nowcasting e segnalazioni dal Lazio in tempo reale! Seguiteci sulla pagina per avere gli ultimi aggiornamenti dalla nostra regione!

Meteo Lazio
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.