Tutta l’EUROPA CENTRALE nella morsa del FREDDO diretto sull’ITALIA

La vasta saccatura colma di aria artica sta attraversando le pianure dell’Europa centrale causando delle nevicate diffuse.

Situazione dall’inizio della settimana ad Amburgo in Germania con accumuli nevosi deboli.

 

Il peggioramento di stampo invernale è stato possibile grazie al passaggio di un vasto fronte freddo proveniente dalla Groenlandia e diretto in queste ultime ore sull’Italia con le prime precipitazioni nevose sui rilievi alpini orientali.

Tra martedì e mercoledì l’aria fredda la risentiremo finanche le regioni centrali.

 

Venti di Bora difatti stanno sferzando in corrispondenza della coste settentrionali dell’Adriatico, mentre forti correnti dalla Valle del Rodano irromperanno molto presto sul Golfo del Leone raggiungendo il Mar Tirreno centrale e le zone costiere del Lazio entro la sera di martedì.

Da ieri nevica a Copenaghen in Danimarca attraversata dal flusso artico con le temperature crollate di circa -12°C.

 

Rovesci di neve e graupeln a Mechelen in Belgio e molte altre città al confine con la Germina:

 

Da stamattina nevica perfino a Trieste nel Friuli a quote basso collinari fino ai 150-200 metri s.l.m. circa (video dalla pagina Trieste Cafe e Severe Weather Europe) in zona Faedis.

 

Il peggioramento a breve riguarderà pure il Lazio, con delle nevicate attese sugli Appennini e localmente sulle zone preappenniniche a quote medio-basse.

Aggiornamenti in tempo reale mediante i canali social Meteo Lazio

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.