Una debole perturbazione raggiungerà il Lazio nel corso della settimana.

La situazione meteo Europea, specie per l’Italia, è caratterizzata principalmente da un campo barico superficiale generalmente elevato causa di temperature più elevate e consone per il periodo primaverile.

Sul Mediterraneo occidentale invece si denota un’area depressionaria poco accentuata in quota collocata approssimativamente sulla Spagna.

Tale configurazione indurrà nelle prossime ore un rinforzo dei flussi intermedi meridionali.

 

Venti a 500 hPa (5.500 metri circa) da martedì mattina – Meteo Center

 

Quindi aria temperata marittima proveniente dai quadranti Sud-occidentali con temperature nel complesso stazionarie su tutto il Lazio.

L’intensità della ventilazione sarà moderata con raffiche di Scirocco e Libeccio da martedì mattina concentrate in corrispondenza delle località costiere (velocità media tra i 25-30 km/h).

I cieli si presenteranno nuvolosi con deboli piogge e/o pioviggini isolate associate a del pulviscolo.

Le correnti trasporteranno verso il Mar Tirreno e il Lazio le polveri sahariane già visibili all’altezza delle Isole Baleari dall’immagine satellitare ad alta risoluzione.

La polveri desertiche da martedì 27 aprile saranno trasportate verso l’Italia come si evince dal modello previsionale dell’Università di Atene.

La dispersione al suolo nelle prossime 72-84 ore sarà più rilevante sulle regioni meridionali.

Massime concentrazioni saranno presenti in ogni modo sull’Italia peninsulare lungo la colonna d’aria atmosferica dalla mattina di martedì fino alla giornata di mercoledì 28 aprile.

Potrebbe verificarsi la ricaduta al suolo con le precipitazioni in un primo momento sul Viterbese, fino alle restanti zone regionali con piogge prevalentemente deboli e intermittenti.

 

La perturbazione piuttosto debole raggiungerà il Mar Tirreno meridionale per allontanarsi dalla notte di mercoledì 28 in direzione della Grecia.

Da giovedì 29 seguirà invece una rapida ripresa dell’alta pressione sub-tropicale su tutto il Mediterraneo orientale, compresa una piccola sezione dell’Italia centrale e meridionale.

Tuttavia nel Lazio i cieli si presenteranno avvicendati da della nuvolosità medio-bassa, considerando che i venti umidi Sud-occidentali continueranno ad influenzarci.

 

 

TENDENZA METEO GENERALE

Per delle schiarite ci toccherà attendere in linea di massima l’ultimo giorno del mese.

Nel primo weekend di maggio una zona depressionaria resterà comunque attiva sull’Atlantico.

Il minimo depressionario ad Ovest del Portogallo potrebbe evolvere autonomamente in una goccia fredda in direzione del Mediterraneo occidentale.

Continuando a coinvolgere il nostro territorio con della nuvolosità e forse delle piogge nei primi giorni di maggio.

 

Per tutti i dettagli vi rimandiamo ai bollettini giornalieri e ai nostri canali social: Facebook ed Instagram per le foto.

 

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.