TEMPORALI POMERIDIANI al capolinea, dal WEEKEND CALDO con temperature in aumento

Ultimi fenomeni di instabilità pomeridiana perlomeno fino a venerdì e limitatamente sabato, a seguire aria decisivamente più estiva.

Un’onda depressionaria durante questa settimana ha dato luogo ad una debole circolazione ciclonica, associata ad un minimo di bassa pressione sul Mar Tirreno centrale.

Minimo depressionario che sta transitando in queste ore verso l’Italia meridionale con moto Sud-Est.

Nelle prossime ore l’area depressionaria si porterà al Sud-Italia facendo aumentare la pressione atmosferica sui mari occidentali ad iniziare dalla Sardegna e Golfo Ligure.

I fenomeni temporaleschi pomeridiani risulteranno sempre più deboli, da giovedì e a seguire da venerdì 11 e sabato 12 giugno, quando qualche sporadico fenomeno convettivo potrebbe ancora ripresentarsi sui rilievi montuosi del basso Lazio.

Nel fine settimana la situazione meteorologica tenderà ad una maggiore stabilità grazie all’estensione di un promontorio di alta pressione dal medio Atlantico al bacino centro-occidentale del Mediterraneo.

 

Le linee di flusso dovute alle correnti anticicloniche più calde indurranno da questa configurazione un aumento delle temperature superficiali per dell’aria intermedia marittima a causa principalmente di una goccia fredda collocata tra Spagna e Portogallo.

Nel Lazio le temperature supereranno diffusamente i 30°C in pianura durante le ore centrali della giornata soprattutto tra sabato 12 e domenica 13 giugno.

 

Temperature superficiali stimate per il pomeriggio di sabato 12 giugno.

 

Solo per sabato segnaliamo deboli annuvolamenti sui rilievi della provincia di Latina e Frusinate con possibili piogge in rapido esaurimento nel corso delle ore pomeridiane.

Domenica invece l’aumento della pressione al suolo e in quota inibirà la formazione dei temporali che difficilmente riusciranno a svilupparsi a ridosso degli Appennini.

Non mancheranno ampi spazi di cielo sereno o al più poco nuvoloso in montagna.

 

TENDENZA PROSSIMA SETTIMANA

Dalla prossima settimana una goccia fredda inizierà ad approfondirsi in direzione della Penisola Balcanica collocandosi con il centro di massa tra la Grecia ed il Mar Nero.

Le porzioni occidentali della depressione potrebbero lambire il Mar Adriatico con dell’aria più fresca in scorrimento sull’Italia centro-meridionale.

Tuttavia non si esclude un’interazione tra l’aria più fredda Nord-orientale con l’aria relativamente più calda nei bassi livelli atmosferici in sede al Mediterraneo centrale.

Da lunedì potrebbe ripresentarsi qualche temporale termoconvettivo e/o pomeridiano.

 

Tutti i dettagli saranno come di consueto disponibili nei bollettini giornalieri e sui canali social Meteo Lazio: Facebook ed Instagram per le foto.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.