Una settimana TEMPORALESCA nel LAZIO: tra piogge, downburst e grandinate

Breve riepilogo sui temporali di mercoledì 09 e giovedì 10 giugno 2021.

Dalle ore pomeridiane di mercoledì 09 giugno diversi temporali hanno attraversato buona parte del Lazio, spingendosi nel corso del tardo pomeriggio fin sulle aree pianeggianti orientali di Roma e del Viterbese con un sistema temporalesco organizzato in un cluster multicellulare.
Intorno alle ore 15:30 sulla Sabina è stata registrata una raffica di vento massima >65 km/h dalla stazione meteorologica di Casaprota (RI) – Via San Michele probabilmente riconducibile alle correnti discendenti dei temporali.

A pochissimi km di distanza difatti è stato ripreso un evento di downburst precisamente nel comune di Palombara Sabina (RM).

[VIDEO]

A seguire nel pomeriggio alcuni rovesci molto forti sono stati registrati ad Est della Capitale con quantitativi di pioggia giornalieri superiori ai 30-50 mm.

▪️ 51.1 mm a Palestrina – San Rocco
▪️ 43.2 mm ad Artena loc. Macere
▪️ 35.4 mm a Roma Centocelle

Dal tardo pomeriggio la linea temporalesca è proseguita verso OVEST/N-W favorendo l’insorgenza di altri temporali isolati localmente forti a Nord dell’Agro Romano e sull’Etruria/Tuscia in generale, laddove erano presenti dei quantitativi di energia potenziale per la convezione superiori ai 900 J/kg.


Scarsa risultava la ventilazione in quota per tale motivo entro sera dalla bassa Toscana era possibile osservare un notevole temporale pulsante durato all’incirca 90 minuti.
Le precipitazioni alla base del temporale risultavano molto localizzate nonostante una forte attività elettrica.

L’accumulo maggiore di pioggia nel nostro territorio è stato rilevato nel comune di Vetralla (VT) in località Tre Croci con un quantitativo di 54.4 mm dalle ore 17:30/18:00 circa.

 

Attimi in cui il sistema temporalesco ha raggiunto la massima intensità ed estensione verticale/orizzontale poco internamente alla Maremma.

 

GIOVEDÌ 10 GIUGNO 2021

Giovedì similmente altri clusters temporaleschi iniziano ad avviarsi su quasi tutte le aree interne del Lazio.

Questa volta particolarmente interessato il Lazio meridionale e il Frusinate.

Frequenti precipitazioni da sbarramento raggiungono la Valle del Liri sul versante orientale dei Monti Lepini.

Sebbene le piogge si dimostreranno più discontinue e di breve durata rispetto a mercoledì.

La totalizzazione delle precipitazioni sarà sui 15-20 mm considerando solo le località coperte dalle stazioni meteorologiche.

Tuttavia bisogna precisare che il radar meteorologico della Protezione Civile della Regione Abruzzo rilevava nel nucleo temporalesco intensità istantanee di precipitazione >70 mm/h.

A stupire sono state le grandinate con accumuli a Fiuggi (FR) e nel capoluogo direttamente su Frosinone.

Grandinata a Frosinone alle ore 15:20 circa.

 

Dal tardo pomeriggio la vivace attività temporalesca si trasferisce sulla Tuscia Viterbese e la Sabina Romana.

 

 

Dissipandosi solo in serata con residui fenomeni di pioggia moderata su Roma.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.