PRIMA ONDATA DI CALDO: culmine nel WEEKEND con temperature oltre i 35°C – L’ESTATE SI RAVVIVA

Aria molto calda dal Nord-Africa giungerà in direzione delle coste tirreniche, determinando una prima ondata di maltempo anticiclonico per le temperature troppo elevate.

La configurazione sinottica vede un flusso perturbato scorrere dall’Atlantico all’Europa occidentale, convogliato però in un minimo di bassa pressione in fase d’isolamento in prossimità delle coste francesi. Ad esso si collocano una seria di onde perturbate secondarie che attraversano la Spagna e le porzioni centrali della Francia, con conseguente richiamo caldo al suolo dalle coste del Nord-Africa in direzione dei mari italiani.

Masse d’aria molto calde con condizioni prevalentemente alto pressorie riguarderanno nelle prossime ore tutto il Mar Tirreno centrale.

Da venerdì e indicativamente fino a domenica 20 giugno sulle regioni centrali e meridionali avrà inizio un’ondata di caldo moderata, associata a valori termici che per più giorni consecutivi potrebbero oltrepassare i 30°C.
Puntualmente le temperature massime raggiungeranno perfino picchi superiori ai 33-35°C specie nelle pianure interne del Lazio.

 

Temperature superficiali stimate per il pomeriggio di sabato 19 giugno 2021

Iniziando dalla Tuscia, Valle del Tevere, Campagne Romane fino al basso Lazio dal Frusinate alla Pianura Pontina.
Il caldo si farà sentire perfino lungo le zone costiere di Civitavecchia, coste romane e pontine.
Molteplici le località in stato di PRE-ALLERTA con condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di un’ondata di calore più intensa entro il weekend.

Sabato 19 giugno i cieli risulteranno prevalentemente sereni con temperature in aumento e caldo afoso.
Domenica 20 giugno nella mattinata e durante il primo pomeriggio assisteremo al passaggio di qualche addensamento nuvoloso. Seppure con temperature che si attesteranno in ogni caso al di sopra dei 30°C.

 

TENDENZA PROSSIMA SETTIMANA

Dalla prossima settimana dal 21 giugno inizierà l’estate e la depressione collocata sull’Europa occidentale traslerà in direzione della Germania. Incidendo i suoi primi effetti sulle regioni Nord-occidentali italiane con il rischio di temporali.
Mentre sull’Italia centrale e meridionale il campo barico si manterrà ancora elevato, con la permanenza dell’afflusso delle correnti calde ricche di umidità nei bassi strati.

 

Seguiranno costanti aggiornamenti attraverso i bollettini meteo giornalieri ed i canali social Meteo Lazio: Facebook ed Instagram per le foto.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.