FOCUS METEO: possibili FORTI TEMPORALI nel LAZIO nelle prossime ore – ecco tutti i dettagli

Una debole perturbazione in avvicinamento sarà sufficiente a determinare la formazione di temporali localmente intensi tra il Mar Tirreno e la nostra regione.

Una saccatura atlantica si accosterà all’Italia settentrionale da giovedì, facendo scorrere sui mari occidentali flussi umidi e caldi subtropicali di Libeccio costituiti da molta umidità soprattutto superficialmente al Mar Ligure e al Mar Tirreno.
All’avanzamento della depressione atlantica verso Est non sarà rilegato a un sistema frontale freddo.
Motivo per il quale i temporali avranno uno sviluppo localizzato e sollecitato in modo particolare dalla massa d’aria più fredda entrante in alta quota.

Il peggioramento inizialmente riguarderà il Nord-Ovest italiano e il Mar Ligure.
Dal pomeriggio di giovedì i fenomeni si estenderanno al Tirreno settentrionale fino a raggiungere la Toscana e poi il Lazio dalla tarda serata/notte.
Venti superficiali in rinforzo (km/h) dalla sera di giovedì 16 settembreModello Arome-Lazio 1.3 km

 

I sistemi temporaleschi avranno una scarsa mobilità e laddove si verificheranno in maniera localizzata a causa delle convergenze potranno presentare autorigenerazione con piogge persistenti e possibili allagamenti da nubifragio.
Il rischio di eventi alluvionali sarà maggiore per la Toscana, però tra la notte di giovedì e le prime ore di venerdì alcune celle temporalesche potrebbero imperversare anche sull’Alto Lazio e verso le coste romane.
Gli indici di instabilità evidenziano parametri consoni alla genesi di temporali forti isolati anche di natura supercellulare, pericolosi per eventi meteo severi tra cui: rovesci grandinigeni, forti raffiche di vento lineari e tornado. Temporali che potrebbero presentarsi lungo il flusso più caldo convogliato nei bassi strati (venti da Scirocco a Libeccio in rinforzo) uniti ad una componente della ventilazione gradualmente più occidentale, secca e forte in velocità salendo di quota (dai 5.500 – 6.000 metri circa).

I corpi nuvolosi convettivi si sposteranno nel corso della notte verso EST/SUD-EST.

Bisognerà seguire ovviamente l’evolversi della situazione attraverso il nowcasting meteorologico che sarà attivo in tempo reale sulla pagina con aggiornamenti durante il monitoraggio.

 

METEO PROSSIMI GIORNI

Venerdì invece sarà una giornata contrassegnata maggiormente dalla variabilità meteorologica per dei cieli spesso nuvolosi alternati a piogge passeggere con delle sporadiche schiarite, specie sulla provincia di Roma e nelle pianure interne del Lazio.

Tutto sommato sarà un tenue peggioramento di stampo settembrino, nulla a che vedere con le tempeste equinoziali o autunnali di fine stagione quando si verificano dei cali termici più marcati degni di nota.

Gli ultimi fenomeni avversi riguarderanno il Lazio meridionale tra venerdì notte e sabato mattina.

Nonostante le piogge le temperature da sabato resteranno nella media stagionale con tendenza a delle ampie schiarite più frequenti dalle ore pomeridiane e serali.

Tutti i dettagli per il fine settimana saranno resi disponibili nella prossima analisi approfondita.

 

Ricordando che i temporali marittimi in queste fasi sono costituiti da un’intrinseca imprevedibilità spazio-temporale a livello locale.

Tuttavia potrebbero anche solo lambire o coinvolgere zone ristrette del nostro territorio con effetti al suolo limitati.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.