IRRUZIONE FREDDA: possibili DEBOLI NEVICATE a seguire con un marcato calo termico – FOCUS METEO

Breve parentesi simil-invernale nelle prossime ore per l’ingresso di aria fredda artica nel cuore del Mediterraneo, dove si avvierà una circolazione depressionaria sul Mar Ionio con un rafforzamento generale della ventilazione.

Da mercoledì notte e più incisivamente da giovedì 14 ottobre caleranno sensibilmente le temperature nei valori minimi e massimi giornalieri.
Valori termici che caleranno anche di 68°C in meno rispetto alla media climatica, soprattutto nelle zone interne pedemontane e appenniniche laziali.
Le precipitazioni saranno assai circoscritte e momentaneamente anche assenti seppure permarrà un costante afflusso di aria fredda e stabile avente origine artica.

POSSIBILI NEVICATE 

Le precipitazioni potranno assumere carattere nevoso di debole intensità anche dai 1.500 metri s.l.m. al confine con l’Abruzzo dai Monti della Laga, sulle alture di Amatrice (RI), Monti dell’alto Cicolano, sui Simbruini e verso le Mainarde al confine con il Molise.

Qualche fiocco di neve potrebbe spingersi anche fino ai 1.400 metri di elevazione con accumuli pressoché assenti.
Accumuli nevosi (mm) stimati fino alla serata di giovedì 14 ottobre 2021
Si tratterà in ogni caso di fenomeni nevosi molto sporadici in rapido dissolvimento spinti verso Sud-Ovest dai forti venti di Grecale.

 

Una ventilazione settentrionale che raggiungerà intensità di burrasca sui crinali appenninici e subappenninici e sulla Tuscia Viterbese (possibili raffiche >60 km/h).
Sarà possibile monitorare l’intensità dei venti mediante la rete di stazione meteorologiche, come anche le temperature nel corso della giornata.
Per effettuare un’osservazione più dettagliata consigliamo anche le mappe interpolate con tutti i dati ricavati sempre dalle singole stazioni meteo.

Questo assaggio invernale anticipato durerà poco, in quanto già da venerdì un campo alto pressorio andrà consolidandosi sulla Penisola Iberica.

Le temperature resteranno sotto la media di circa -3/-4°C per tutto il fine settimana con l’aria fresca che rimarrà stazionata sul nostro territorio regionale.

Un graduale aumento termico potrebbe verificarsi solamente dalla prossima settimana.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.