INIZIO SETTIMANA sotto la NEVE: torna la DAMA BIANCA nel LAZIO con freddo invernale

Dal ponte dell’Immacolata una saccatura artica manterrà sotto la media i valori termici, con clima tipicamente invernale e nevicate.

Dalla tarda sera di sabato e la giornata di domenica una saccatura colma di aria fredda di stampo artico marittimo attraverserà il Mar Tirreno.

Lungo il flusso umido dall’immagine satellitare si denota una cospicua attività temporalesca, concentrata soprattutto sul Tirreno meridionale e verso l’area Balcanica dell’Adriatico.

In uno scenario meteorologico destinato ad un raffreddamento più marcato all’inizio della settimana, che proseguirà fino al giorno dell’Immacolata.

Dalle ore notturne di domenica e le prime ore di lunedì 06 dicembre ai piani superiori della troposfera, ovvero nello strato atmosferico dove avvengono i principali processi meteorologici a contatto con il suolo, entrerà aria molto fredda da Nord-Ovest.

L’aria raggiungerà una temperatura di32°C ad un’altezza di circa 5.500 metri.
Animazione della saccatura artica dalla tarda sera di domenica al primo pomeriggio di lunedì 06 dicembre.

❆ FOCUS NEVE INIZIO SETTIMANA ❆

Da lunedì il raffreddamento si consoliderà anche alle quote più basse, facendo diminuire le temperature dai 1.500 metri e al suolo.
Lo zero termico si asserirà dai 950-1.000 metri di elevazione, attendiamoci dunque delle nevicate fino alle quote alto collinari del subappennino laziale.
Nevicate con accumuli deboli sono attese fino ad un’altezza media di 850 metri: su tutte le aree del Leonessano e l’altopiano centrale di Amatrice, dove si vedranno degli accumuli di neve puntualmente superiori ai 10-15 cm specie in alta montagna.

Nevicherà nel Cicolano, comprese le zone vallive più alte del Fiume Salto e le aree pedemontane della Duchessa.
Dei fiocchi parzialmente fusi saranno possibili a quote di alta collina (dai 850-900 m s.l.m.) pure a NW presso l’alta Sabina con deboli spessori di neve cumulata sopra i 1000 metri di altezza.

Deboli nevicate possibili sempre dalla mattina di lunedì sui settori Nord-orientali dei Monti Cimini sopra i 950 metri.

Deboli nevicate sono attese altresì sulle cime dei Monti Lepini nella provincia di Latina al di sopra dei 1.000 metri e nel Cassinate sul alture del Monte Cairo.
Alle medesime altezze nevicherà sui Simbruini, Ernici e i Monti della Meta a SE della Valle di Comino (FR).
Sulle Mainarde gli accumuli totali tra domenica sera e lunedì potrebbero superare i 20-25 cm.

 

EVOLUZIONE METEO PER L’IMMACOLATA
Da martedì 07 dicembre la perturbazione migrerà rapidamente verso il Mediterraneo orientale, lasciando spazio ad una temporanea rimonta dell’alta pressione con tempo stabile, fresco e sereno.

Da mercoledì 08 dicembre e fino a metà settimana un’ulteriore affondo artico porterà altro maltempo. Diffuse saranno le nevicate fino ai livelli pianeggianti al Nord Italia su buona parte della Pianura Padana occidentale.
Mentre sulle regioni tirreniche il passaggio del fronte freddo causerà dei temporali con delle piogge localmente forti e diffuse, che andranno ad impattare soprattutto sulle coste della Campania e Calabria dalle ore pomeridiane.
Sul Lazio il freddo si farà nuovamente sentire da giovedì 09 dicembre con possibili assidue nevicate in montagna in un clima pressoché invernale.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti nelle future pubblicazioni e nei bollettini a breve termine.

 

Per tutti i dettagli in tempo reale sarà attivo il nowcasting sui canali social Meteo Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.