MATTINATA GHIACCIATA con termometri SOTTOZERO e forti inversioni termiche – tutti i dettagli

Inizio settimana con minime notturne assai rigide per l’inversione termica soprattutto in Appennino.

La progressiva espansione di un campo anticiclonico sta facendo scorrere dell’aria più temperata che sarà sicuramente avvertita nelle ore diurne nel corso della settimana.
Nei fondovalle del territorio regionale questa continua stabilizzazione sta accentuando significativamente il fenomeno dell’inversione termica notturna.

Nelle aree interne della Tuscia, Campagne Romane orientali, in estensione alla provincia di Rieti e Frosinone i termometri sono scesi sottozero con estese gelate su tutta la Piana Reatina: Cicolano, Altipiani di Arcinazzo, Castelli Romani, Valle del Sacco e del Liri.

Tra il Parco Nazionale del Gran Sasso e il Parco Naturale Regionale Sirente Velino i termometri hanno registrato dei valori termici gelidi inferiori ai18/-19°C

In allegato tutte le mappe per singola provincia con i rilevamenti dalla rete di monitoraggio

PROVINCIA DI VITERBO

 

PROVINCIA DI RIETI

PROVINCIA DI ROMA

LAZIO MERIDIONALE

 

Nel corso della settimana le temperature massime cominceranno ad aumentare per effetto dell’alta pressione, mentre le minime potranno ancora risentire dell’inversione termica localizzata.

 

 

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.