Una settimana da fine giugno bollente su tutto il Lazio, con nuovi record mensili e temperature sopra i 40°C.

L’estate iniziata il 21 giugno si conferma mediante una prolungata ondata di maltempo per il caldo estremo con temperature oltre la media mensile di circa +10/+12°C.
A farne i conti sono soprattutto le regioni centro-settentrionali e centrali, compreso il Lazio, in stato di allerta vista la delicata situazione meteorologica in atto.
Fino all’ultimo weekend di giugno le temperature sono rimaste costantemente superiori ai 3335°C, con una prolungata ondata di calore subtropicale che si potrà massimizzare nella sua portata durante questa settimana.

TEMPERATURE MASSIME RILEVATE DOMENICA 26 E LUNEDÌ‎ 27 GIUGNO
SITUAZIONE IN PEGGIORAMENTO A INIZIO SETTIMANA

Molto calda la Valle del Sacco e del Liri con le temperature che tendono a superare diffusamente i 40°C, come anche le aree periferiche orientali delle Campagne Romane, l’Aniene e la Valle del Tevere più a Nord.
Perfino in alta montagna i termometri riportano picchi superiori ai 25-26°C dai 1.500-1.800 m s.l.m.

Oltre alle stazioni nella rete di Meteo Lazio, lunedì 27 giugno molteplici centraline meteorologiche ufficiali riconosciute dalla WMO in gestione all’ENAV e dall’Aeronautica Militare hanno battuto nuovi record di temperatura massima assoluta per il mese di giugno durante il pomeriggio su buona parte del territorio regionale.

TUTTI I VALORI RILEVATI CON LE MEDIE CLIMATICHE TRENTENNALI
ATTENZIONE
* i dati risultano preliminari, pertanto potranno subire delle variazioni a seguito di verifiche e correzioni.

 

EVOLUZIONE GENERALE NEL MEDIO-LUNGO TERMINE

Tuttavia la situazione non sembrerebbe migliorare neppure nei prossimi giorni, un leggero calo irrisorio sarà possibile solo a metà settimana tra mercoledì 29 e giovedì 30 giugno, dal momento in cui le massime giornaliere non dovrebbero superare i 35°C in pianura.
Da venerdì e per il weekend dal 1° luglio le temperature cominceranno nuovamente a subire un aumento positivo, con possibili massime tra sabato e domenica prossime se non superiori ai 3940°C.

 

Tutti i dati saranno consultabili in tempo reale mediante le stazioni meteorologiche disponibili online al seguente link.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.