Puliamo il mondo, Instagram lancia la #TrashChallenge

Dopo le recenti proteste a sostegno del clima, uno dei colossi social, Instagram, ha lanciato la #Trashchallenge, la sfida per pulire il mondo

A pochissimi giorni di distanza dal Friday For Future, il colosso social Instagram ha lanciato la sfida al mondo. Arriva la #Trashchallenge, ovvero la sfida per pulire il pianeta dalla spazzatura (perlopiù plastica) che lo soffoca. Chi ha protestato sa o dovrebbe sapere che non devono essere solo i governi a prendere dei provvedimenti in merito, ma ognuno nel nostro piccolo può fare qualcosa per rendere questo pianeta più vivibile.

Ma in cosa consiste questa sfida? In sostanza i cittadini sono chiamati a ripulire una zona degradata della loro città e a mostrare la foto di come si presentava prima quello stesso posto e come si presenta dopo averlo ripulito. Questa sfida è stata già accolta da diverse persone, molte delle quali hanno anche scattato foto di se stessi mentre tenevano il sacchetto della spazzatura pieno in mano, per dimostrare che in fondo non è così difficile essere civili.

L’idea è nata proprio da Instagram, che volendo sensibilizzare le persone sui temi ambientali e seguendo la scia delle mode attuali (in questi anni sono sorte molte challenge, alcune delle quali fini a se stesse), ha voluto lanciare la #Trashchallenge per dimostrare alle persone come è possibile unire l’utile al dilettevole solamente volendolo. Alla sfida hanno preso parte moltissimi giovani e non è mancato l’aiuto di qualche adulto a seguire l’iniziativa.

Nel mondo vivono 7 miliardi di persone, pensate se ognuno di noi nel nostro piccolo facesse qualcosa per tenerlo pulito quanto sarebbe più vivibile. E probabilmente a quel punto anche i governi sarebbero invogliati maggiormente ad avere una più seria considerazione dei temi ambientali.

Salvatore Russo

Classe 1998, si è appassionato alla Meteorologia formalmente dalla nevicata del febbraio 2012, ma da sempre affascinato dai fenomeni atmosferici più estremi quali, ad esempio, i temporali. Studia Ingegneria Civile all’Università di Roma Tre e in passato è stato amministratore di alcune pagine e gruppi meteo riguardanti il Lazio (Per tutti quelli che vogliono la neve a Roma, Neve a Roma). Ha sempre studiato la materia da auto-didatta attraverso internet e libri.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.