Il giro d’Italia nel Lazio dal 14 al 16 maggio. Strade chiuse e lezioni sospese in vari comuni

Lo spettacolo del giro d’Italia numero 102 regalerà al Lazio ben due tappe, la Orbetello-Frascati (14/5) e la Frascati-Terracina(15/5), oltre alla partenza di Cassino per la 6ª tappa (16/5). Ecco alcune info utili.

La corsa rosa, una delle manifestazioni ciclistiche con più risonanza internazionale, attraverserà la nostra regione, ma con inevitabili disagi per la viabilità e vari provvedimenti di scuole chiuse.

Martedì 14 maggio assisteremo alla quarta tappa da Orbetello a Frascati, molto lunga (235km) ma sostanzialmente priva di vere asperità altimetriche; la parte finale è abbastanza mossa con gli ultimi chilometri in salita. La frazione partirà tra le strade maremmane, salendo a Manciano (GPM 4^cat)  per poi entrare nel Lazio ed attraversare gli abitati di Valentano, Tuscania e Vetralla, dove è posto il primo sprint intermedio. La corsa rosa proseguirà poi attraverso la via Cassia ( attraversando Capranica e Sutri) fino allo svincolo di Campagnano, dove inizierà a contornare l’agglomerato metropolitano di Roma, attraversando anche i paesi di Morlupo (sulla via Flaminia), Castelnuovo di Porto e Monterotondo.  A Mentana è posto il secondo sprint intermedio che prelude al finale (sempre attorno Roma) piuttosto articolato: l’ultimo tratto sarà infatti in leggera salita tra Guidonia e Frascati, dove è posto un arrivo insidioso e imprevedibile in via Vittorio Veneto. L’orario di arrivo è stimato tra le 17 e le 17:30.

Inevitabilmente le strade interessate dalla gara ciclistica saranno interessate da provvedimenti di divieto di transito per il passaggio della carovana pubblicitaria e poi della corsa: le chiusure dovrebbero essere attive per circa due ore, vi invitiamo dunque a informarvi prima di mettervi in auto. Scuole chiuse a Frascati sia il 14 che il 15 maggio visto che la città dei castelli ospiterà anche la partenza della 5ª tappa, la Frascati-Terracina che promette l’arrivo in volata.

Quella del 15 maggio sarà una tappa mossa in partenza (prevista alle 13:55 da viale Annibal Caro a Frascati, dove sarà posto il foglio firme): si affronteranno le salite dei Castelli Romani, in particolare Rocca Priora e Rocca di Papa, che potrebbero essere il trampolino di lancio per la fuga di giornata. La tappa proseguirà abbastanza piatta attraverso l’agro pontino (i traguardi volanti sono posti a Cisterna di Latina e Latina), ad eccezione della facile salita di Sezze (GPM di 4^ cat.): molto probabile dunque un arrivo a ranghi compatti a Terracina, dove i ciclisti percorreranno un breve circuito e la gara potrebbe terminare con una volata. Il traguardo sarà molto suggestivo, su via Roma, devastata dal downburst del 29 ottobre scorso: ci ricordiamo tutti le immagini dei pini totalmente divelti dalla forza del vento.

Scuole chiuse in tutti i comuni dei Castelli ( tranne Rocca di Papa dove termineranno alle 12 Latina, Cisterna di Latina e Terracina per motivi organizzativi dell’evento. Anche altri comuni si potrebbero accodare a questa decisione, quindi vi invitiamo a seguire i canali ufficiali. Tutte le strade attraversate dalla gara ciclistica saranno chiuse per almeno due ore.

Raccomandiamo il massimo rispetto per i corridori e ad evitare comportamenti pericolosi che potrebbero mettere a rischio l’incolumità dei ciclisti e degli spettatori.

Le tappe occuperanno numerosi palinsesti televisivi: su Raisport il Villaggio di Partenza e l’anteprima di tappa, dalle 13 tappe in diretta su Eurosport e Raisport, dalle 15 anche su Rai2. Dopo l’arrivo la storica trasmissione Processo alla Tappa, sempre su Rai2, ed in serata TGiro alle 20:00 e Giro Notte alle 23:30 su Raisport.

Sarà davvero tanta la visibilità anche a livello internazionale dei nostri territori e delle bellezze della nostra regione, insomma una occasione davvero da non perdere per raccontare e promuovere il nostro territorio.

Nelle immagini allegate all’articolo potete trovare tutti i dettagli del percorso, con strade interessate ed orari dei passaggi, oltre all’ubicazione delle partenze e dei traguardi nelle città di tappa.

Gianmarco Guglielmo

Classe 1998, studente di ingegneria civile a Roma Tre, è da sempre appassionato di meteorologia, in particolare di fenomeni di maltempo estremi. Ha appreso le basi della meteorologia da libri e programmi di divulgazione scientifica. In passato ha curato una rubrica di meteorologia su radio Centro Suono Sport. Gestisce una pagina FB personale dedicata alla meteorologia (Meteo Casalotti - Roma ovest)

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.