NOAA, maggio 2019 è il 4° più caldo di sempre. Europa e USA in controtendenza

La NOAA ha elaborato i dati termici globali di maggio 2019. In Europa mai così freddo dal 2004, ma il 4° più caldo di sempre a livello globale

La NOAA ha finalmente elaborato i dati termici globali dello scorso mese e li ha pubblicati ieri 19 giugno 2019. Dalle elaborazioni emerge una prevedibilissima anomalia termica negativa che avvolge tutta la Mitteleuropa e l’Italia, ma come vi avevamo già anticipato in tempi non sospetti, sarebbe stata una goccia fresca in mezzo ad un oceano bollente.

Maggio 2019 il 4° più caldo di sempre. Nella TOP 5 dei maggio più caldi sono presenti tutti gli ultimi 5

A livello globale infatti, maggio 2019 presenta un’anomalia termica positiva di +0,85°C classificandosi al 4° posto come maggio più caldo dal 1880, scavalcando quello del 2018 (con +0,80°C) e alle spalle di 2016 (+0,93°C), 2015 (+0,89°C) e 2017 (+0,87°C). Gli ultimi 5 anni quindi, seppur non in ordine cronologico, hanno visto i maggio più caldi di sempre.

Soffrono anche Polo Nord e Polo Sud

Continuano ad essere in pesante deficit di estensione sia il Polo Nord che il Polo Sud. Per quanto riguarda l’artico infatti, il deficit raggiunge l’8,5% rispetto alla media, registrando la seconda minor estensione nel mese di maggio dal 1979. Per quanto riguarda l’Antartide le cose vanno anche peggio: con il 13,0% dei ghiacci in meno rispetto alla media, registra la peggiore estensione di sempre nel mese di maggio.

Le anomalie più importanti tra nazioni e continenti
  • L’Austria con un’anomalia termica di -2,6°C ha fatto registrare il maggio più freddo degli ultimi 28 anni;
  • Il Giappone nel solo mese di maggio ha fatto registrare ben 36 record caldi ASSOLUTI. Questo significa che, nel mese di maggio, si sono battuti record nazionali del mese di giugno, luglio e agosto;
  • Con oltre 500 tornado sul territorio americano, gli USA hanno più che raddoppiato la media triennale (di 226 tornado). Mai così tanti tornado in un mese dal 2011;
  • Per l’Africa si tratta del 2° maggio più caldo della storia;
  • Per il Sud America è a parità di anomalia col 2002, il 3° maggio più caldo della storia dopo il 2015 e il 2017;
  • Maggio 2019 chiude con o (ZERO) record freddi sul territorio globale;

Tutto questo a dimostrazione del fatto che non basta un mese fresco in Italia ad archiviare il problema dei cambiamenti climatici e probabilmente non basterebbe un mese fresco neanche a livello globale per sancire definitivamente la chiusura di questo trend che dura ormai da 413 mesi consecutivi. La mappa sottostante indica le anomalie termiche globali del mese di maggio 2019

Anomalie termiche globali maggio 2019. Fonte NOAA

Salvatore Russo

Classe 1998, si è appassionato alla Meteorologia formalmente dalla nevicata del febbraio 2012, ma da sempre affascinato dai fenomeni atmosferici più estremi quali, ad esempio, i temporali. Studia Ingegneria Civile all’Università di Roma Tre e in passato è stato amministratore di alcune pagine e gruppi meteo riguardanti il Lazio (Per tutti quelli che vogliono la neve a Roma, Neve a Roma). Ha sempre studiato la materia da auto-didatta attraverso internet e libri.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.